January 23, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Serie TV
  • >
  • Black Mirror: Bandersnatch – Will Poulter abbandona Twitter in seguito a pesanti insulti

Black Mirror: Bandersnatch – Will Poulter abbandona Twitter in seguito a pesanti insulti

  • di Luca Brindani
  • 4 Gennaio 2019
  • Comments Off
Black Mirror: Bandersnatch Will Poulter

Will Poulter ha annunciato di voler “prendere una pausa” da Twitter dopo degli attacchi di alcuni troll online per il suo aspetto nel’episodio di Black Mirror, Bandersnatch. Poulter ha dichiarato che tale scelta è stata presa per l’interesse della sua salute mentale.

Il 26enne attore Britannico, ha dichiarato “Alla luce della mia recente esperienze. Vorrei ringraziare profondamente tutti quelli che hanno guardato Black Mirror: Bandersnatch e per aver condiviso le loro impressioni sul materiale che abbiamo creato. Come tutti sappiamo c’è un equilibrio nell’uso dei social media. Ci sono i lati positivi e divertenti e i lati inevitabilmente negativi che bisogna evitare. E’ un equilibrio che non sono riuscito a trovare in questo momento e nell’interesse della mia salute mentale sento che è arrivato il momento di cambiare la mia relazione con i social media.”

“Bandersnatch” ha debuttato su Netflix lo scorso Venerdì, l’episodio diretto da David Slade ed ambientato nel 1984 è il primo che permette al pubblico di scegliere il percorso che seguirà il personaggio di Fionn Whitehead. Poulter nell’episodio ha interpretato il più esperto programmatore, Colin Ritman, che porta dei capelli biondo platino a differenza del suo classico look con i capelli marroni, ciò ha portato dei troll a definirlo “brutto”.

John Boyega, collega di Poulter sul set di Detroit ha espresso il suo supporto alla decisione dell’attore. Boyega aveva anche difeso Kelly Marie Tran dai troll in internet per il suo ruolo nell’ultimo film di Star Wars.

Poulter ha comunicato che occasionalmente continuerà ad utilizzare i social network dato che cura anche una campagna contro il bullismo.

L’attore ha concluso il suo messaggio con “Non è la fine. Solo una via alternativa.”


Fonte: Variety 

Previous «
Next »