July 23, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Captain Marvel – La battuta del Wi-Fi è un errore dell’adattamento Italiano del film

Captain Marvel – La battuta del Wi-Fi è un errore dell’adattamento Italiano del film

  • di admin2313
  • 10 Marzo 2019
  • Comments Off
Captain Marvel

Non è raro assistere ad adattamenti italiani di battute particolarmente settoriali o legate allo Stato in cui viene prodotto il film o la serie tv che vanno a stravolgere il senso di un dialogo. Non parliamo di eventi famigerati come l’ormai arcinoto Se mi lasci ti cancello, adattamenti grossolani fatti senza una vera cognizione se non quella commerciale, ma di battute che per necessità vengono trasposte su argomenti più trasversali, cadendo però, ingenuamente o meno, nell’anacronismo, questo è il caso accaduto in Captain Marvel.

Nel film infatti, quando Nick Fury (Samuel L. Jackson) e Carol Danvers (Brie Larson) si incontrano in un bar. Cap Marvel sa che gli Skrull, mutando forma, assimilano solo i ricordi più freschi e recenti della vittima, per cui sottopone Fury ad un test per verificare la sua identità. Nick Fury a questo punto sdrammatizza chiedendo a Carol se volesse sapere anche la sua password del Wi-fi, ed ecco l’errore: la pellicola è ambientata nel 1995, ma la prima tecnologia Wi-fi è nata solo nel 1997. La risposta è stata trovata dall’utente Reddit anlanastus, nel subreddit /comicbookmovies:

Captain Marvel

L’America On Line, o AOL,  è un provider che praticamente nessuno in Italia che abbia una conoscenza approfondita della storia del web conosce, per cui la battuta sì avrebbe più o meno sortito lo stesso effetto, ma avrebbe fatto ovviamente storcere il naso a chiunque. Non sappiamo come si sono comportati gli altri team dell’adattamento nelle altre parti del mondo non anglofone, sappiamo solo che la “colpa”, se di colpa si può parlare, non è della Marvel Studios ma di chi ha convertito le battute in italiano.*

Di seguito vi lasciamo la nostra recensione!

Captain Marvel di Anna Boden e Ryan Fleck | Recensione

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!