August 19, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Serie TV
  • >
  • Chernobyl – Uno degli eroici liquidatore della tragedia si è suicidato dopo aver visto la serie HBO

Chernobyl – Uno degli eroici liquidatore della tragedia si è suicidato dopo aver visto la serie HBO

  • di Alessandro Pallotta
  • 16 Luglio 2019
  • Comments Off
Chernobyl

Un eroico liquidatore che ha messo la sua vita in pericolo durante il disastro nucleare di Chernobyl nel 1986, si è suicidato dopo aver visto il dramma della HBO sull’evento, perché la serie gli ha ricordato come le autorità lo avessero trascurato.

Nagashibay Zhusupov, 61 anni, è stato uno dei più di mezzo milione di liquidatori  (nome dato a coloro che hanno contribuito alle operazioni di pulizia dopo il disastro nucleare) commissionato dal governo sovietico, secondo un rapporto del Daily Mail. Secondo quanto riferito, Zhusupov è stato uno dei primi a rispondere alla scena.

In seguito all’accaduto ha iniziato a lavorare in un sito di test nucleari sovietico a Semipalatinsk. A differenza di molti veterani di Chernobyl che hanno ricevuto l’alloggio e aumentato le pensioni dai governi degli stati dell’ex Unione Sovietica Ucraina, Russia, Bielorussia e Kazakistan, Zhusupov non ha ricevuto alcun beneficio.

A giugno, stufo del modo in cui è stato scartato dal governo, il sessantunenne è saltato giù dal tetto di un edificio di cinque piani ad Aktobe, in Kazakistan, ed è stato trovato morto.

La figlia di 25 anni, Gaukhar, ha detto che il suo sospetto suicidio è arrivato dopo che Zhusupov ha assistito a Chernobyl, la miniserie drama  della HBO che racconta “le storie delle persone che hanno causato il disastro e coloro che hanno risposto“.

Gaukhar ha detto che suo padre aveva visto la serie con “le lacrime agli occhi” perché riportava dolorosi ricordi del suo sacrificio. I suoi amici  affermano che probabilmente l’uomo si sia suicidato perché si sentiva ingannato e trascurato dalle autorità.

All’indomani del disastro, sarebbe stato costretto a trasferirsi in un angusto dormitorio con sua moglie e cinque figli e trascorrere anni a chiedere il tipo di appartamenti gestiti dallo stato assegnati ad altri veterani di Chernobyl. Tuttavia, è rimasto sconvolto dopo aver aspettato in coda per un alloggio per più 10 anni, solo per scoprire che il suo nome era stato cancellato dalla lista. Un altro veterano di Chernobyl che lo ha incontrato ad aprile ha dichiarato che l’uomo era “gravemente depresso”:

Ha fatto causa per recuperare il suo posto nella linea per un appartamento. L’ultima volta che l’ho visto, si è rammaricato di non aver potuto ottenere un appartamento, credo che sia arrivato ad un punto tale di disperazione perché per molti anni non è riuscito a ottenere una casa adeguata.

Rapporti locali indicano che anche lui ha sofferto di problemi di salute a causa del suo lavoro come liquidatore e ha trascorso una quantità crescente di tempo in ospedale a causa di frequenti forti mal di testa e improvvisi collassi.

La sua pensione, comprese le indennità di invalidità, era di soli $44 a settimana. La figlia ha commentato così l’accaduto:

Mio padre ha avuto il sostegno del governo, ma non nel modo in cui voleva. Papà aveva il sogno di ottenere un appartamento dallo stato come altri liquidatori di Chernobyl che hanno sacrificato la loro salute, ma il suo sogno è rimasto un sogno.

Fonte: Maeww

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!