July 19, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • Dragon Trainer – Il Mondo Nascosto di Dean DeBlois | Recensione
Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto

Dragon Trainer – Il Mondo Nascosto di Dean DeBlois | Recensione

  • di Riccardo Cozzari
  • 30 Gennaio 2019
  • Comments Off

Il film inizia già malinconicamente con un nuovo logo DreamWorks Animation, chi in questi anni si era affezionato a questo bambino che pesca si ritroverà si, sempre con lui ma in versione aggiornata. Tutto questo ha già una piccola nota di tristezza mista a nostalgia, ed è proprio dalla tristezza che la saga di Dragon Trainer ha puntato tutto il suo potenziale, questo capitolo effettivamente non è da meno.
In questo terzo capitolo conclusivo di una saga iniziata ormai 9 anni fa ritroviamo tutti i protagonisti dei film precedenti cresciuti. È interessante vedere come il regista si soffermi molto spesso sui peli della “ancora non” barba del nostro protagonista Hiccup e come solo in pochi minuti lo faccia vedere davvero con questa barba nera incolta (Effettivamente è un film di barbe, tanti co-protagonisti si soffermano molto su questo aspetto, vuoi per lo “show-off” delle tecnologie utilizzate, vuoi per sottolineare il passare del tempo). Con questa trilogia si può fare un paragone con la saga di Harry Potter, dove i protagonisti capitolo dopo capitolo non rimangono statici, come ci si può aspettare per tradizione da un prodotto per questa fascia d’età, ma evolvono e si modificano, affrontano minacce ed avversari che non si fanno scrupoli nel ferire o uccidere qualcuno: per una saga di animazione questo è un tratto ben distintivo, a tratti anche impressionante, basti ricordare come nel secondo capitolo viene mozzata la gamba al protagonista.

Non mancano ovviamente anche scene più leggere, in particolare ho trovato esilarante quella in cui le le pecorelle cercano di fare i draghi, e i personaggi in generale producono battute a mitraglia per accaparrarsi la risata dei bambini. La parte più interessante ovviamente è il rapporto che hanno i draghi in questo film, soprattutto i due draghi protagonisti, Sdentato e la sua controparte femminile, la new entry principale di questo terzo episodio, chiamata la Furia Bianca. Questo personaggio è davvero ben utilizzato, probabilmente è la fonte dei momenti migliori della pellicola, come la sequenza in cui scompare nel cielo, o quando inizia a giocare con Sdentato emulando le movenze dei pipistrelli.
Il rapporto tra di loro è così ben strutturato che la scena di maggior effetto è proprio quando i due draghi si incontrano per la prima volta e successivamente nella seconda, dove il drago protagonista, non riuscendo a porgere delle avance alla Furia Bianca, deve rivolgersi a Hiccup, che prova ad aiutarlo senza farsi scoprire, concettualmente una scena già vista, ma ricostruita in modo davvero piacevole. Il tema principale di questo film è senza ombra di dubbio il trasferimento sotto ogni punto di vista, dalla generazione al luogo. Hiccup infatti, dopo la morte del padre, deve prendere le redini della popolazione, mettendo sé stesso in discussione per potersi mettere alla prova ed ottenere sempre gli insegnamenti che possono aiutarlo a diventare degno dell’eredità di suo padre.

Il Mondo Nascosto stesso sottolineato nel titolo (che con un po’ di pensiero creativo può far intuire che non potrà mai esserci un quarto episodio) è mostrato in tutto il suo splendore e accompagnato da animazioni davvero notevoli che enfatizzano ancora di più il senso di epicità di cui tutto il film è intriso.


Piccola nota negativa: alcuni combattimenti sono frettolosi, come anche la seconda parte della narrazione e il villain, che, se dapprima aveva del grande potenziale narrativo e scenico, perde un po’ di carisma e manda in confusione lo spettatore, si perde la prospettiva su quale sia il suo obiettivo finale.
In generale è un buon cartone animato, superiore alla media, che conferma la saga come una delle migliori nell’animazione contemporanea, grazie ad un ottima regia che rende il tutto davvero spettacolare. La scena finale poi farà (come avevo anticipato all’inizio) piangere sia grandi che bambini.

Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto

Dragon Trainer - Il Mondo Nascosto conclude bene la trilogia concentrandosi molto sui draghi e soprattutto sulle relazioni che hanno tra di loro, molto ben sviluppato anche il rapporto di Hiccup con il suo popolo e il fatto di mettersi da solo in discussione. Le scene d'azione a volte sono confusionarie anche se efficaci e il cattivo é mal gestito pur avendo un buono spunto iniziale. Bello visivamente il mondo nascosto che da nome al film e che fa intendere la conclusione di questa trilogia
7.5
Emozionante
Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!