July 16, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Kevin Spacey torna nei panni di Frank Underwood per difendersi dalle accuse di aggressione sessuale

Kevin Spacey torna nei panni di Frank Underwood per difendersi dalle accuse di aggressione sessuale

  • di Luca Brindani
  • 25 Dicembre 2018
  • Comments Off
Kevin Spacey

Kevin Spacey risponde alle accuse che gli sono state mosse imitando Frank Underwood di House of Cards, che ha interpretato fino all’anno scorso.

Il video di 3 minuti, “Let me be Frank”, vede l’attore imitare l’accento del sud di Frank Underwood rispondere alle accuse ed inizia così “So cosa volete. Oh ci hanno provato a separarci, ma noi abbiamo un legame troppo forte. Dopotutto, abbiamo condiviso tutto, io e voi. Vi ho raccontato i miei segreti più nascosti e oscuri. Vi ho mostrato esattamente di cosa sono capaci le persone. Vi ho scioccato con la mia onestà, ma per lo più vi ho sfidato e vi ho fatto riflettere. E vi siete fidati, anche se sapevate che non dovevate. Non abbiamo finito, non importa cosa dicono tutti. Ed inoltre, so cosa volete. Mi volete indietro.”

Nel monologo, Frank/Spacey si scaglia contro i titoli gonfiati dei giornali e del bando senza processo,  “Ovviamente alcuni di voi credono a tutto e non vedono l’ora di poter tirare un sospiro di sollievo e sentirmi confessare tutto. Muoiono dalla voglia di farmi dichiarare che tutto quello che è stato detto sia vero e che ho avuto quello che mi meritavo. Solo voi ed io sapete che non è mai così semplice, ne in politica ne nella vita.”

Ha poi chiuso il monologo con un riferimento alla morte del suo personaggio tra la stagione 5 e la stagione 6 di House of Cards. “La mia sicurezza cresce ogni giorno che presto, conoscerete tutta la verità. Aspettate un attimo, ora che ci penso, non mi avete mai visto morire vero? Le conclusioni affrettate possono essere ingannevoli.”

Potrebbe interessarti anche: Kevin Spacey ufficialmente accusato di aggressione sessuale dal Procuratore del Nantucket

Fonte: CBR

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!