August 18, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Marvel – C.B. Cebulski afferma che le morti dei personaggi non saranno più così frequenti

Marvel – C.B. Cebulski afferma che le morti dei personaggi non saranno più così frequenti

  • di Andrea Barone
  • 2 Giugno 2019
  • Comments Off
Marvel

Il mondo dei comics americani, Marvel Comics in primis, è famoso per la tendenza a far morire personaggi, anche molto importanti, solo per vederli tornare dopo poco tempo.

C.B. Cebulski, Editor-In-Chief di Marvel Comics, ha recentemente dichiarato che questa tendenza, che in Marvel è piuttosto diffusa, verrà invertita e che si rifiuta di vedere la morte di un personaggio come uno stratagemma per vendere più copie.

Non voglio che la morte sia utilizzata per aumentare le vendite di una serie o per stupire i lettori e far dire loro “Oddio è morto Johnny Storm! Wolverine è morto!” sapendo che torneranno dopo breve tempo. Ora, se faremo morire un personaggio, daremo molto più peso alla vicenda e la faremo durare molto più tempo.

Cebulski ha poi spiegato come venga presa la decisione di far morire un personaggio in casa Marvel:

Sappiamo tutti che la morte è uno degli elementi degli universi a fumetti, e il discorso vale anche e soprattutto per Marvel Comics. Spesso muoiono personaggi che poi tornano dopo poco tempo. Abbiamo sempre detto che ci sono solo due personaggi che non torneranno mai dalla morte, Gwen Stacy e lo zio Ben. Abbiamo anche detto che Bucky non sarebbe mai tornato e ora abbiamo il Soldato d’Inverno.

Ma il processo che porta alla morte di un personaggio non è qualcosa di così semplice, anche se la gente pensa che la morte sia qualcosa che in Marvel non prendiamo così sul serio. In realtà la prendiamo molto sul serio. Ci sono un sacco di discussioni quando uno scrittore propone di far morire qualcuno: il punto è che l’evento deve sempre avvenire seguendo delle logiche ed una storia, non può essere piazzato così all’improvviso.

Ne parliamo prima con lo scrittore, analizziamo la proposta con il team editoriale, ed alla fine, ogni morte è una decisione che viene ponderata dopo un lungo lavoro di squadra, anche se può sembrare che non sia così.

Fonte: Comicbook

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!