June 16, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Pet Sematary – Le differenze del reboot rispetto alle versioni precedenti

Pet Sematary – Le differenze del reboot rispetto alle versioni precedenti

  • di Lorenzo Calista
  • 15 Aprile 2019
  • Comments Off

L’adattamento del 1989 di Pet Sematary , con la sceneggiatura di Stephen King, ha dato vita a una delle storie più inquietanti dell’autore che poi è diventata un cult ancora amato dai fan dell’horror, ma la nuova reinterpretazione del romanzo non sarà un’esatta copia dell’originale: in questa nuova pellicola ci sono alcuni importanti cambiamenti alla trama, che è stata modificata soprattutto nel finale.

Prima di proseguire bisogna sapere che nell’articolo sono presenti SPOILER sulla pellicola in uscita.

Ecco alcune delle più grandi differenze tra il nuovo Pet Sematary e le sue versioni precedenti:

Il trauma di Rachel

In tutte le versioni della storia, Rachel Creed (Amy Seimetz) porta con se il trauma e il dolore della perdita della sorella Zelda, che mori quando era bambina: Zelda fu colpita da una meningite spinale, che le provocò un dolore intenso e la costrinse a rimanere intrappolata nel letto, incapace di lasciare la sua stanza; per questo motivo Zelda aveva bisogno che sua sorella Rachel di prendesse cura di lei, ma mentre le versioni precedenti di Rachel erano apertamente sdegnose verso sua sorella, la nuova incarnazione è più traumatizzata dall’esperienza piuttosto che infuriata infatti non scappò via urlando su quanto terribilmente lei la guardasse, ma al contrario, Rachel ha cercato di darle la cena usando un montacarichi difettoso ma quando il montacarichi fallì, Zelda cadde accidentalmente e morì; i suoni di Zelda che cercano di gattonare fino al montacarichi tormentano ancora Rachel, che vive con visioni e incubi dell’evento fino all’età adulta.

Il vecchio Jud

Jud (John Lithgow) è ancora il personaggio principale che supporta la famiglia Creed dopo che si trasferisce a Ludlow, nel Maine, il vecchio svolge lo stesso ruolo che aveva nelle versioni precedenti della storia, ma sono stati apportati alcuni lievi cambiamenti:

non vive dall’altra parte della strada, ma alla porta accanto, inoltre forma un legame migliore con Ellie, giocando con il suo gatto Church e rimuovendo un pungiglione d’api dalla sua gamba (lo ha fatto per Gage nell’originale), quando Jud porta Louis nella terra dove Church può tornare in vita, è più concentrato nel risvegliare il gatto perché non pensa a nessun evento demoniaco come conseguenza e racconta di come ha fatto rivivere il suo cane da bambino, ma ha pensava che era sempre stato un cane cattivo ed ecco perché è tornato selvaggio dopo la resurrezione e in più non racconta la triste storia di Timmy Baterman, un veterano di guerra che è stato riportato da suo padre e diventato una figura mostruosa, ma tutto questo è solo citato durante l’approfondimento su Internet di Louis sulla storia della zona.

Ellie muore al posto di Gage

Il momento decisivo di Pet Sematary  è la perdita di un bambino e nel romanzo e nell’adattamento del 1989, è il piccolo Gage ad essere ucciso da un semirimorchio in movimento lungo la strada fuori dalla casa dei Creed, ma nel nuovo film, è la figlia maggiore Ellie a morire:

in questa versione Gage va in strada ma Louis è riesce a salvarlo dal camion, però dopo che Church risorto si è scatenato Ellie viene informata che è fuggito e il gatto ritorna aspettandola in strada in modo che lei lo noti; Ellie per prenderlo viene uccisa quando un camion perde il controllo e la petroliera attaccata al mezzo si stacca e colpisce la bambina. La piccola viene sepolta senza alcuna vera animosità tra Louis e suo suocero dato che la loro reciproca avversione è sempre stata solo accennata nel nuovo film, mentre le versioni precedenti della storia li avevano coinvolti in una rissa durante il funerale di Gage.

E alla fine… muoiono tutti

Uccidendo Ellie al posto di Gage, i creatori del film hanno anche cambiato il modo in cui si sviluppa la storia: Ellie è più comunicativa, e ciò la rende più crudele con i suoi obiettivi, ad esempio la bambina appare a Jud, con le sembianze della sua defunta moglie Norma per assassinarlo ma la donna è assente sia in questo che nel precedente adattamento cinematografico, anche se la sua presenza e la sua eventuale morte sono presenti nel romanzo originale.

Quando Ellie attacca i suoi genitori, si rivela molto più di una vera e propria minaccia, infatti invece di uccidere Rachel all’improvviso, Ellie le pugnala più volte, la schernisce, e la trascina sulla terra maledetta per poi seppellirla; dopo affronta suo padre Louis che prima di riuscire a uccidere Ellie viene pugnalato da dietro dalla moglie che è risorta per poi venire seppellito a sua volta e resuscitato, portando l’intera famiglia a diventare non morti. Il film finisce con i tre che bruciano la casa di Jud e prendono il giovane Gage, facendo intuire che anche lui subirà lo stesso destino dei suoi famigliari.

Fonte: CBR

Previous «
Next »