May 27, 2018
  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • instagram
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • [Recensione] Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar

[Recensione] Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar

  • da Daniel Speranza
  • 22 maggio 2017
  • Comments Off

Sei lunghi anni. Sei lunghissimi anni per tornare agli ordini di Jack Sparrow… pardon, Capitan Jack Sparrow, ma sei anni di cui è valsa la pena aspettare. Il pirata interpretato da Johnny Depp torna al cinema, e lo fa in grande stile, ma iniziamo con la sinossi del film.

“Jack Sparrow si trova a dover affrontare una flotta di marinai fantasma guidati dal capitano Armando Salazar, fuggiti dal Triangolo del Diavolo a bordo della Silent Mary, una nave fantasma, per ucciderlo. Al timone della sua piccola nave, il Gabbiano Morente, Jack si avvia alla ricerca del leggendario tridente di Poseidone, che può diventare la sua unica speranza di salvezza, stringendo un’alleanza con l’astronoma Carina Smyth e il giovane marinaio della Royal Navy Henry Turner.”

 

Iniziamo questa recensione parlando della trama del film, una trama ben scritta, non particolarmente originale, ma ben scritta. La storia non perde mai il filo, ed anzi, si spiega egregiamente durante il corso del film. Il vero protagonista della pellicola sono le maledizioni, che passano però leggermente in ombra rispetto ai due nuovi ingressi della Saga, ovvero Henry Turner (Brenton Thwaites) e Carina Smyth (Kaya Scodelario). I due giovani attori entrano in questo mondo con la fiducia e la sicurezza di due veterani, riuscendo ad empatizzare romanticamente con il pubblico scena dopo scena. La conferma in questo film è naturalmente Jack Sparrow (Johnny Depp) che con i suoi momenti comici riesce ad alleggerire ancora una volta la pellicola. Momenti comici che vengono perfettamente alternati a momenti più seri, dove riusciamo a conoscere meglio il personaggio più iconico di questa saga, specialmente qualcosa riguardo al suo passato. Voglio concentrarmi proprio sul suo passato, e voglio parlarvi più nel dettaglio nella Computer grafica di questo

Film, dove per l’ennesima volta vediamo un volto ringiovanito al computer, il volto in questione è ovviamente quello di Depp. Durante un flashback sul giovane Jack, dove un tempo la produzione sarebbe ricorsa ad un semplice make up o a un qualche altro furbo escamotage, il volto del giovane Depp viene ricostruito al computer, e viene fatto in maniera egregia. A memoria dovrebbe essere la sequenza più lunga su un volto ricostruito a computer, e anche se in alcuni momenti l’effetto non sia esattamente il massimo, nel complesso si può definire un lavoro egregio, come detto qualche istante fa. Menzione obbligatoria per il nuovo ingresso, Armando Salazar (Javier Bardem), interpretazione magistrale dell’attore spagnolo, nonostante l’eccessiva CGI utilizzata su di lui e sulla sua ciurma riesce a costruire un villain eccellente, con una prestazione più che convincente. Un simpatico plauso va fatto anche a Paul McCartney per il piccolo Cameo nei panni dello zio Jack, non se ne sentiva il bisogno, ma strappa comunque una risata.

La regia del film è stata affidata a Joachim Rønning e Espen Sandberg (Kon – Tiki, Marco Polo). La coppia Norvegese non sbaglia neanche questa volta, perché in questo film la regia è studiata nel dettaglio, ed insieme alla sceneggiatura di Jeff Nathanson (Prova a prendermi, Indiana Jones), completano un pacchetto tecnico di altissimo livello. Curata nel dettaglio è anche la fotografia di Paul Cameron (Fuori in 60 secondi, Westworld), con ambientazioni che variano dalla città, al mare ed alla campagna senza mai disturbare l’occhio dello spettatore, personalmente però avrei apprezzato meno oscurità all’interno del film e più colori, ma questo è un parere soggettivo. Le musiche sono ancora una volta di Geoff Zanelli, già presente in tutti gli altri capitoli, ma questa volta non sono nulla di trascendentale. La colonna sonora avrebbe potuto essere più coinvolgente per lo spettatore, invece si limita a fare da contorno ai suoni del mare ed agli scontri tra pirati.

Insomma, in definitiva questo è un film che ogni fan della saga deve andare a vedere. Ritrovare questi personaggi su un grande schermo dopo sei anni è un emozione notevole. Il film coinvolge ed emoziona, fa ridere e fa commuovere, riesce a mostrare una combinazione di sentimenti notevole durante il corso del suo svolgimento, dall’amore alla malinconia, per chiudere con l’importanza della famiglia.

Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar arriverà nei cinema italiani il 24 maggio 2017, nel cast: Johnny Depp, Orlando Bloom e Goffrey Rush, Javier Bardem,  Brenton Twhaites Kaya Scodelario. Non mancate!

Precedente «
Successiva »

Podcast