June 24, 2018
  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • instagram

[Recensione] Riverdale 1×12 – Anatomy of a Murder

  • da Luca Brindani
  • 7 maggio 2017
  • Comments Off

Si conclude anche la ricerca dell’assassino in questo penultimo episodio di Riverdale, che finalmente riporta la serie ad una dimensione più da poliziesco che da vero e proprio teen drama, infatti in questa puntata gli sceneggiatori iniziano a tirare i fili e a riannodarli per preparare il cast e lo spettatore al finale di stagione.

FP Jones è stato arrestato per l’omicidio di Jason Blossom, ma Archie e la banda non credono assolutamente che possa essere colpevole nonostante le terribili cose che ha fatto, inizia quindi una corsa contro il tempo per trovare prove a sua discolpa. Intanto la rivelazione di Hal Cooper sul vero motivo per cui non voleva che Polly e Jason si frequentassero getta nuove ombre sulla famiglia Blossom, mettendo sempre di più una sola idea in testa allo spettatore, che alla fine, il simbolo di Riverdale, lo sciroppo d’acero, così dolce e cremoso sia solo un dolce “frutto” avvelenato che sta contaminando la città.

Roberto Aguirre Sacasa e gli sceneggiatori della serie condensano in 40 minuti o forse più semplicemente riprendono senza troppe divagazioni il motivo scatenante degli eventi portandolo ad una conclusione che al suo interno può essere sia interessante per sviluppi futuri di possibili personaggi, come Clifford Blossom e Cheryl, ma che conclude un’arco della serie tv, lasciando quindi allo spettatore da chiedersi cosa la Tredicesima Puntata possa offrire.

Di tutte le puntate fin ora uscite questa è quella più densa di avvenimenti appunto ma che non risulta pretenziosa e non offre ulteriori divagazioni sul tema principale, anzi funziona bene perché quello che è stato costruito prima come l’amicizia tra Archie, Jughead, Veronica e Betty è solida e quindi permette allo spettatore di immedesimarsi completamente nella situazione.

La rivelazione finale non è sconcertante quanto ben costruita, per essere un teen drama, e rispecchia moltissimo le ispirazioni di Twin Peaks che questo serie ha in modo molto visibile disseminato per questa prima Stagione.

Mi posso ritenere soddisfatto perché per quanto semplice e lineare, Riverdale è riuscita a creare un mistero, chiuderlo e allo stesso tempo gettare ulteriori ombre sul passato e sul futuro della serie, cosa non da tutti, vediamo dunque se però nel suo continuo successivo possa effettivamente tenere l’interesse di spettatori che non siano solo il target medio, CW.

Precedente «
Successiva »

Podcast