March 22, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal

Rose McGowan commenta la vicenda di Asia Argento

  • di Andrea Barone
  • 28 Agosto 2018
  • Comments Off

Rose McGowan, una delle voci più importanti dei movimenti #MeToo e Time’s Up, ha commentato le recenti vicende che hanno visto coinvolta Asia Argento.
Come ormai noto, l’attrice italiana, precedentemente al centro della vicenda legata alle molestie e alle richieste sessuali perpetrate dal produttore cinematografico Harvey Weinstein ( accusato di richiedere prestazioni sessuali in cambio di favori in ambito lavorativo dalla stessa Argento ), si è ritrovata nelle scorse settimane al centro di una polemica simile, quando è emerso che  avrebbe pagato l’attore Jimmy Bennett, il quale l’accusava di molestie sessuali risalenti al 2013, quando Bennett aveva solo 17 anni.
Asia Argento
Asia Argento, come noto, ha ammesso di aver pagato l’attore ma ha rigettato le accuse di molestie sessuali.
Ora, Rose McGowan, con una dichiarazione rilasciata tramite i propri portavoce, bacchetta e prende le distanze da Asia Argento:

“Prima di tutto vorrei ringraziare tutti per la pazienza dimostrata: da giorni mi viene richiesto di esprimere la mia posizione sull’accaduto, solo perchè, essendo io e Asia coinvolte entrambe nel caso Weinstein, qualcuno ha ipotizzato che potessi essere coinvolta in questo nuovo caso. Beh, non lo sono.
Ho conosciuto Asia Argento anni fa sul red carpet, ma è solo quando entrambe siamo state coinvolte nel caso Weinstein che ho potuto conoscerla da vicino. Asia capiva il mio trauma per la vicenda, essendoci passata, in modi che molti altri non potevano nemmeno immaginare.
Ma ora tutto è cambiato. Rain Dove, la persona con cui mi frequento da un po’, mi ha scritto che Asia avrebbe confermato di essere andata a letto con Jimmy Bennett. E anche che riceveva foto di nudo di Jimmy da quando aveva 12 anni, senza prendere provvedimenti, chiedere di smettere di inviare foto o contattare i genitori o le autorità.
La parte più difficile di tutta questa vicenda è vedere tutto il movimento #MeToo messo a rischio da questa storia.
In questo momento potrebbe sembrare facile cercare una cospirazione in questa vicenda. Ma quello su cui dobbiamo realmente concentrarci è la giustizia. Supportare l’onestà. E darci supporto a vicenda. Non possiamo lasciare che il movimento vada a pezzi, un movimento che ha aiutato così tante persone. Dobbiamo sfruttare questa vicenda per diventare più forti, più organizzati, più attenti.”

La dichiarazione si conclude con le parole dedicate ad Asia Argento:

“Asia, eri mia amica. Ti ho voluto bene. Tu hai rischiato tanto insieme a me ed al movimento #MeToo. Spero vivamente che tu possa trovare la tua strada in questa situazione e che tu possa migliorare e riabilitarti. Chiunque può essere migliore, e io spero che tu lo possa essere. Fai la cosa giusta. Sii onesta. Lascia che la giustizia faccia il proprio corso. Sii la persona che avresti voluto fosse Harvey Weinstein.”

Previous «
Next »