February 19, 2018
  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • instagram

REVIEW – STAR TREK BEYOND

  • da Marcello Martinotti
  • 29 luglio 2016
  • Comments Off

Spazio, ultima frontiera. Eccovi i viaggi dell’astronave Enterprise durante la sua missione quinquennale, diretta all’esplorazione di nuovi mondi, alla ricerca di altre forme di vita e di civiltà, fino ad arrivare laddove nessun uomo è mai giunto prima.

32f22d04860103e3ca6987a1552afa9cfc6cbfdf

Star Trek Beyond, diretto da Justin Lin con Idris Elba, Sofia Boutella, Zoe Saldana, Simon Pegg, Chris Pine è il tredicesimo film della saga di Star Trek. Il film può essere considerato il terzo capitolo dellastar-trek-beyond-kirk
nuova saga. La pellicola si ispira e richiama molto la serie televisiva classica degli anni ’60 ideata da Gene Roddenberry e celebra, dunque, il cinquantesimo anniversario della prima puntata.

L’equipaggio dell’Enterprise, a 3 anni dall’inizio della loro missione quinquennale, torna ad esplorare gli angoli più remoti dello spazio sconosciuto. Li attenderà un
nuovo nemico misterioso, che metterà a rischio loro e tutto ciò che la Federazione rappresenta. L’enterprise, condotta dal capitano Kirk ormeggia in una grande stazione orbitante e, in seguito a una richiesta di aiuto, entra in una nebulosa corrispondente ad una zona dello spazio non mappata e qui viene attaccata da una pioggia di navicelle simili a meteore, che la fanno a pezzi.

Kirk e l’equipaggio si troveranno separati e senza nave su un pianeta sconosciuto dove dovranno affrontare il temibile Krall, interpretato da un bravissimo Idris Elba.

Non era facile prendere in mano il lavoro lasciato da J.J. Abrams, ma Justin Lin riesce bene a equilibrare star-trek-beyond-c1azione e divertimento, creando una pellicola altamente godibile. Tredicesimo film del franchise. Uscito in concomitanza con il 50esimo anniversario dalla prima messa in onda della storica serie. Star Trek Beyond riparte esattamente dove si era concluso Into Darkness, con la Enterprise nello spazio nella sua missione di esplorazione. Il film di Lin è nostalgico, rivolto al passato (piccolo ricordo a Leonard Nimoy, il primo Spock), ma sopratutto è introspettivo. Kirk (Chris Pine) inizia a domandarsi chi è realmente, cosa ha in comune con suo padre e se vuole diventare come lui. Beyond è quindi il suo viaggio alla ricerca di se stesso, per capire se merita davvero il titolo di capitano.

Ritroviamo anche il resto dell’equipaggio con parti un po’ più importanti. L’ingegnere Scotty (Simon star-terk-beyond-scotty-jaylahPegg), che qui ricopre un ruolo più ampio, il dottor Bones (Karl Urban), nuova ‘spalla’ comica di Spock e il compianto attore Anton Yelchin fa la sua ultima comparsa nel ruolo di Pavel Checov. Tra le new entry è apprezzata l’aliena Jaylah (interpretata da Sofia Boutella), personaggio ispirato all’attrice Jennifer Lawrence, è forse la vera sorpresa del film. Particolarmente azzeccata la colonna sonora firmata da Michael Giacchino, che riprende il tema della serie classica. La sceneggiatura è fluida, accattivante (divertenti i siparietti tra Spock e Bones, marcata la forte amicizia tra Spock e Kirk) e comica, si sente l’ottimo e apprezzato influsso di Simon Pegg nella sceneggiatura.

star_trek_logo

Star Trek Beyond è un vero film di Star Trek, di quelli classici: astronavi, azione, divertimento, spettacolo, personaggi ben costruiti e recitati bene, una trama che regge e un messaggio di fondo positivo. Piacerà ai neofiti e farà contenti anche i fan d’annata. Andate a vederlo e non ve ne pentirete. Live long and prosper.

Voto: 7/10

Precedente «
Successiva »

Podcast