Redout – L’erede italiano di Wipeout

Qualcosa che ho trovato sempre molto buffo, è l’enorme silenzio che scaturisce quando si accostano le parole “videogioco” e “Made-in-italy”. Eppure in ogni arte possibile e immaginabile, che si tratti di letteratura, pittura, scultura, architettura, cinema, musica e via discorrendo, gli italiani vengono sempre citati. Calmatevi, in realtà non c’è da preoccuparsi. Come vi verrà spiegato…