July 22, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • To Your Eternity #1 e #2 di Yoshitoki Oima – Essere immortali | Recensione
to your eternity

To Your Eternity #1 e #2 di Yoshitoki Oima – Essere immortali | Recensione

Yoshitoki Oima, dopo il grande successo di “A Silent Voice”, torna in Italia per Edizioni Star Comics con la sua nuova serie “To Your Eternity”, vincitrice del premio come miglior manga shōnen alla 43esima edizione del Premio Kodansha per i manga.

Un essere immortale dalle sembianze di una sfera viene mandato in missione sulla Terra. Questo essere è in grado di mutare assimilando le informazioni dell’ambiente che lo circonda. Ecco quindi che diventa un sasso, una pianta, un animale.. e poi incontra un ragazzo. Questo umano vive da solo in un ambiente molto ostile per cui decide di partire alla ricerca di altri suoi simili.

Difficile riassumere in breve la trama di questo manga perché la storia è come il suo protagonista: in continua evoluzione. I temi principali dell’opera si basano sul cambiamento, sulla vita, la morte e il significato di essere vivi. L’essere può assumere la forma di ciò che lo circonda ma solo esteticamente diventa un lupo o un essere umano. Non sa cosa significhino né ha proprietà di linguaggio. È come un neonato che deve ancora imparare tutto.

Senza anticipare troppo, il primo volume di “To Your Eternity” si divide in due parti. La prima riguarda la storia fra lupo (l’essere immortale) e ragazzo in un ambiente ostile e solitario, caratterizzato da brevi momenti intensi e drammatici. Nella seconda ci troviamo in un mondo completamente diverso, più fantastico e con elementi folkloristici. Questa scelta può essere un po’ spiazzante per il lettore perché si arriva al termine della lettura senza capire bene dove andrà a parare l’autrice.

Il tepore, il profumo del cibo… generavano in lui una piacevole sensazione. Quello spazio era affascinante. Se avesse potuto parlare avrebbe detto che voleva rimanere lì per sempre.

Fushi, l’essere immortale, muta seguendo un po’ l’istinto e non un ordine preciso. Lo scorrere del tempo è scandito dalla comparsa, e poi scomparsa, di diverse figure che si rapporteranno con lui lasciandolo arricchito di qualcosa in più. Il lettore non fa in tempo a legarsi a uno dei personaggi che è già ora di proseguire. Tutto pare molto effimero ed estremamente fragile agli occhi di un immortale che si trova a vagare solo.

La solitudine è trasmessa perfettamente da Yoshitoki Oima non solo attraverso gli sguardi ma anche grazie agli ambienti deserti. I personaggi con cui veniamo in contatto stanno attraversando delle difficoltà e lottano per superarle. Nonostante sia spesso difficile loro non mollano, nemmeno di fronte al fallimento. Continuano imperterriti a provare e riprovare e, sostanzialmente, a vivere.

Penso che me ne andrò anche io da qui. Voglio incontrare altre persone e imparare cose nuove. So che è un rischio e che potrei andare incontro al peggio… tuttavia voglio conoscere il mondo.

La sensazione di “smarrimento” del primo volume continua anche con la lettura del secondo manga ma si aggiungono nuovi elementi, come qualche informazione in più su Fushi. Nel complesso questi primi due fumetti incuriosiscono perché ci troviamo davanti a una storia davvero unica e particolare, probabilmente mai vista prima. Ma siamo ancora all’inizio, chissà cosa ci riserverà Yoshitoki Oima con il prossimo volume, in uscita il 17 luglio per Star Comics al prezzo di €5,50.

To Your Eternity di Yoshitoki Oima

Un manga molto particolare che parla di cambiamenti, di vita e morte, di cosa significhi essere umani. Consigliato a chi sta cercando una lettura diversa e ai fan dell'autrice.
7
Unico
Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!