Good Omens – Amazon vorrebbe realizzare una seconda stagione

0
Good Omens

Gli Amazon Studios hanno dato alcuni aggiornamenti su varie serie durante il tour stampa della Television Critics Association, rilasciando il trailer per la stagione 2 di Jack Ryan di Tom Clancy, i rinnovi sia per Carnival Row che per The Expanse, nonché il primo teaser e team creativo per la serie Il Signore degli Anelli. Quando si è trattato di uno dei loro show più popolari, Good Omens, Amazon non ha avuto un aggiornamento ma ha chiarito che ne vorrebbe uno. Lo studio è fiducioso per una seconda stagione della serie se possono coinvolgere il co-creatore della serie Neil Gaiman.

Vernon Sander, co-presidente di Amazon Tv ha detto:

Siamo fortunati ad avere una relazione in corso con Neil. Siamo così entusiasti di come la stagione abbia riscosso successo. È venuta l’idea che possiamo rivisitare quel mondo. Ora è nelle mani di Neil ma ci piacerebbe farlo. Stiamo scoprendo che ci vuole solo un po ‘di tempo. Qualunque cosa voglia fare, ci interessa.

Good Omens segue Aziraphale (Michael Sheen) e Crowley (David Tennant), un angelo e un demone che si sono messi in missione per localizzare l’Anticristo undicenne, pochi giorni prima dell’apocalisse. La serie, che presenta anche apparizioni di Jon Hamm, Miranda Richardson, Adria Arjona, Jack Whitehall, Frances McDormand, Benedict Cumberbatch e Nick Offerman, si basa sul romanzo omonimo scritto da Gaiman e il compianto Terry Pratchett.

Good Omens – L’Ineffabile piano di Azraphel e Crowley | Recensione

È la morte di Pratchett che, in una certa misura, rende l’idea di una stagione di follow-up un po ‘complicata. Mentre c’era in programma un sequel del libro: 668: The Neighbor of the Beast, questo non si materializzò mai dopo che Gaiman si trasferì negli Stati Uniti. Pratchett è morto nel 2015 senza un sequel, anche se Gaiman ha rivelato nel 2017 che forse un seguito sarebbe stato possibile.

Detto questo, Gaiman ha espresso di avere alcune idee su come potrebbe apparire una seconda stagione o un follow-up per Good Omens. In precedenza aveva notato che Crowley e Aziraphale potevano essere lasciati ovunque nella storia dell’uomo e avere una trama interessante.

Quello che ho scoperto scrivendo questa storia è che puoi scegliere in qualsiasi momento cosa fare. Puoi prendere Crowley e Aziraphale, puoi attaccarli, non facendo quello che la loro sede principale pensa che stiano facendo, e tu hai una storia.

Naturalmente, se dovesse accadere una seconda stagione di Good Omens, probabilmente non mancherà un po ‘di protesta. Un gruppo cristiano, Return to Order, ha lanciato una petizione poco dopo l’uscita di Good Omens chiedendo che Amazon ritirasse la serie e “smettesse di promuovere il male“, sebbene inizialmente la petizione identificasse erroneamente Netflix come responsabile.

Fonte: ComicBook