October 20, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • [Recensione] La Bella e la Bestia – Pensa, credi, sogna e osa

[Recensione] La Bella e la Bestia – Pensa, credi, sogna e osa

  • di Daniel Speranza
  • Marzo 9, 2017
  • Comments Off

Walt Disney una volta disse: “Pensa, credi, sogna e osa.” Il film che stiamo per recensire per voi segue esattamente questa linea di pensiero, “La Bella e la Bestia” è l’incarnazione di questa linea. Diretto da Bill Condon questo è il terzo Live Action in casa Disney, ll primo fu Cenerentola di Kenneth Branagh seguito poi da Il Libro della Giungla di Jon Favreau che ha regalato a tutti i fan una versione moderna del Libro della giungla di Kipling.

Parliamo dunque di questo piccolo capolavoro. La cabina di regia viene affidata a Bill Condon, regista di qualità che ha curato tra le altre cose gli adattamenti degli ultimi tre episodi della saga di Twilight, tre film fedelmente ripresi dalle opere cartacee, esattamente come questo suo ultimo lavoro. Sin dalle prime foto rubate dal set era chiaro a tutti che questo film sarebbe stata una pressoché perfetta riproduzione dell’originale, è così è stato.

L’opera risulta ben realizzata e ben dettagliata, il mastodontico budget di centosessanta milioni di Dollari si fa sentire scena dopo scena, gli ambienti, i vestiti e gli effetti (CGI) sono splendidamente realizzati. I colori che accompagnano le scene sono un via vai di calore e freddezza che non fanno altro se non coinvolgere ulteriormente lo spettatore, si passa dal caldo paesino al freddo e desolato castello in pochi secondi, eppure la gestione della fotografia (affidata a Tobias A. Schliessler) è magistrale, e non disturba l’occhio dello spettatore.

Il Cast è come al solito grande e importante, Emma Watson dipinge sullo schermo una Belle praticamente perfetta, si immerge totalmente nella ragazza che ama più i libri e le storie d’amore romanzate delle allettanti proposte di matrimonio di prodi cavalieri come Gaston (Luke Evans). Bravo, bravissimo e simpaticissimo Josh Gad nei panni di Le Tont. Nonostante la sessualità apertamente annunciata del suo personaggio l’attore non risulta mai esagerato, tanto che probabilmente i bambini nemmeno si accorgeranno di questo cambiamento nella sua backstory. Nel cast oltre alla fu Hermione Granger troviamo altri attori di prima categoria quali Ewan McGregor (Trainspotting, Star Wars) nei panni di Lumiére, Ian McKellen (X-Men, Il Signore degli Anelli) in quelli di Tockins, Emma Thompson (Harry Potter, Io sono Leggenda) come Mrs Bric, chiude il cast Stanley Tucci (Captain America, Hunger Games) che è il Maestro musicale Cadenza.

L’adattamento ed il doppiaggio Italiano confermano anche qui un cast vocale di tutto rispetto (Letizia Ciampa, Andrea Mete, Daniele Giuliani, Fabrizio Pucci), ma il grosso problema lo si trova durante l’ascolto delle canzoni. Adattare il sync al labiale degli attori nel corso degli anni è diventato di primaria importanza, anche se ritrovarsi delle modifiche nei testi più noti e popolari resta comunque decisamente spaesante. A tamponare queste piccoli cambiamenti ci sono però delle coreografie veramente splendide, i balli coinvolgono grandi e piccini, e trasmettono tutta la magia del Mondo Disney.

Terminato il discorso delle canzoni questo si può definire un film che ogni fan della Disney dovrebbe assolutamente andare a vedere. Questa pellicola non è semplicemente un copia e incolla del capolavoro del 1991, ma è un adattamento rivisto e modernizzato di un’opera che ha segnato l’infanzia di tante persone. È un racconto perfettamente romanzato, accompagnato da belle canzoni e eleganti coreografie, è un’esperienza che grandi e piccini vivranno attraverso la giovane Belle e attraverso la spaventosa Bestia(Dan Stevens), un’esperienza in cui tutti nel bene e nel male riusciranno a ritrovarsi, in cui tutti riusciranno ad emozionarsi, ed in fondo è proprio quello lo scopo di un film no? Dunque Fiondatevi al cinema.

“La Bella e la Bestia” uscirà nelle sale Italiane il 16 Marzo 2017.

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!