August 14, 2018
  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • instagram
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • Oscar 2017 – Suicide Squad meritava la statuetta per Miglior Trucco e Acconciatura?

Oscar 2017 – Suicide Squad meritava la statuetta per Miglior Trucco e Acconciatura?

  • da Marco Travicelli Sciarra
  • 28 febbraio 2017
  • Comments Off

Come ogni anno dopo la notte degli Oscar scoppiano le mille polemiche sulle decisioni reputate ingiuste dell’Academy. Quest’anno le principali polemiche di sono basate su 2 topic, la mancata vittoria di La La Land come miglior film (con tanto di gaffe finale che resterà nella storia) e la vittoria di Suicide Squad per la categoria Miglior Make-up e Acconciature, visto che abbiamo già avuto modo di parlare del primo argomento oggi volevamo esprimerci sul secondo.

Il web è esploso, tra chi urlava allo scaldalo perché “Suicide Squad ha vinto un Oscar e Animali Notturni nessuno”, chi gridava “Eresia! Un film di merda come Suicide Squad ha vinto un Oscar ed ora può sfoggiare la scritta Vincitore di un premio Oscar in copertina, che vergogna!”, chi sosteneva che se un film è brutto tutto è automaticamente brutto in tutti i suoi aspetti e chi si divertiva a pubblicare indignato confronti no sense tra i trucchi prostetici di Star Trek Beyond e semplici make up facciali come quelli di Harley Quinn in Suicide Squad.
Non mi interessa rispondere a nessuna delle affermazioni sopracitate perché francamente lasciano il tempo che trovano, ma innanzitutto vorrei congratularmi con i veri vincitori, che non sono i produttori di Suicide Squad ma i nostri connazionali Alessandro Bertolazzi (Sense8, Skyfall), Giorgio Gregorini (Avengers: Age of Ultron, Moulin Rouge) e con l’Americano Christopher Allen Nelson (Guardiani della Galassia, American Horror Story, The Walking Dead), grandi professionisti che hanno reso possibili molti celebri film e che finalmente ottengono un giusto riconoscimento per il loro impegno.

Ora passiamo alla patata bollente, il trucco di Suicide Squad si meritava l’Oscar? Con quale criterio quegli “incompetenti venduti dell’Academy” (come li hanno definiti) decidono ha che film assegnare il premio per il Miglior Make-up e Acconciature?
Bene, se il film meritasse o meno il premio lascio a voi la scelta, dopotutto non potrà mai esistere un pensiero unanime, posso solo dire che tutti e 3 i film in gara (si non c’erano solo Star Trek Beyond e Suicide Squad) avevano a modo loro un ottima idea e dei buoni concept realizzati magistralmente dai truccatori. Per quanto riguarda il resto un buon trucco e parrucco in un film non si valuta solamente a seconda della complessità di una protesi facciale o alla quantità di personaggi con protesi all’interno del film, ne si può logicamente fare un confronto diretto tra i trucchi di ogni film. Quando si valuta per assegnare questo premio non conta solo la complessità di un lavoro, ma anche la tecnica (e sia chiaro un “banale” trucco come quello di Harley Quinn vale quanto la miglior protesi facciale mai vista, non è la complessità che rende migliore una o l’altra, ma ben altro), il lavoro di concept design, la realizzazione, come un determinato trucco si amalgama con il contesto, come va ad influire sulla pellicola (è innegabile che ancor prima di vedere la pellicola i personaggi di Suicide Squad erano già iconici, questo grazie al lavoro fatto dal team dei truccatori) e molti altri parametri. Dunque non è solo un premio di mera tecnica, non si valuta solo il virtuosismo fine a se stesso, ma bensì uno spettro più ampio di caratteristiche. Molto spesso non viene premiato il film con il Make-up più complesso ma quello più completo e armonico, in A Man Called Love il trucco si limitata ad una protesi per rendere stempiato il personaggio (trucco ben realizzato e perfetto per il tipo di film), in Star Trek Beyond avevamo “solo” maschere in prosthetic (ottimamente realizzate e molto complesse) mentre in Suicide Squad avevamo il lavoro più completo, con parti in prosthetic (Killer Croc, i soldati dell’Incantatrice e parti dell’Incantatrice stessa), Make-up tradizionale e soprattutto una grande cura nelle acconciature. Perciò non è poi così assurdo che la vittoria sia andata a Suicide Squad.

Con questo potete benissimo essere d’accordo o meno con la scelta dell’Academy, potete preferite il trucco di A Man Called Love, Star Trek Beyond o Suicide Squad, potete aver odiato e disprezzato il film vincitore, ma da qui a screditare il lavoro di grandi professionisti come Bertolazzi, Gregorini e Nelson ce ne passa.

Lunga vita e prosperità a tutti ??


Di seguito potete visionare i trucchi e le acconciature mostrate al Make-up and Hairstyling Symposium, mostra che si svolge ogni anno nella settimana degli Oscar in cui vengono esposti i make-up di scena dei film in gara.


 

Precedente «
Successiva »

Podcast