May 20, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Disney ci ripensa, James Gunn sarà il regista di Guardiani della Galassia Vol. 3

Disney ci ripensa, James Gunn sarà il regista di Guardiani della Galassia Vol. 3

  • di Andrea Barone
  • 15 Marzo 2019
  • Comments Off
James Gunn

A quanto pare, Disney avrebbe deciso di reintegrare James Gunn come regista di Guardiani della galassia vol. 3, dopo il licenziamento avvenuto nei mesi scorsi a seguito delle ben note vicende legate ai tweet di cattivo gusto.

La notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, ma stando a quanto riportato da un giornalista di Deadline, la decisione sarebbe stata ponderata per mesi a seguito dell’incontro tra Gunn e Alan Horn, presidente di Walt Disney Studios, nel quale il regista si era più volte scusato per la vicenda.

Il regista dei primi due Guardiani della galassia era stato licenziato a seguito del riemergere di alcuni tweet, decisamente di cattivo gusto, risalenti a diversi anni fa: la scelta di Disney di proteggere la propria immagine aveva chiaramente diviso in due l’opinione pubblica, con il cast dei film, guidato da Dave Bautista, a difendere a spada tratta Gunn.

Ora, a quanto pare, Horn e Disney hanno deciso di credere alle parole di Gunn, che si era più volte scusato sia pubblicamente che privatamente, e di reintegrarlo come regista del terzo film sul gruppo di Star-Lord.

Il problema, ora, è che James Gunn è attualmente incaricato da Warner Bros di dirigere il prossimo film sulla Suicide Squad. Stando a quanto riportato, Marvel Studios avrebbe accettato di attendere la fine dei lavori del nuovo film su Harley Quinn e soci prima di partire con la realizzazione di Guardiani della Galassia 3.

Ovviamente, la notizia scatenerà un nuovo dibattito, ma è certo che l’intero cast del film sarà più che felice di continuare a lavorare con il regista dei primi due capitoli.

Ora non resta che attendere che emergano i primi dettagli sul film, che dovrebbe comunque basarsi sullo script preparato da Gunn prima del licenziamento.

Fonte: Deadline

Previous «
Next »