August 23, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • I.L di Osamu Tezuka – Osamushi Collection | Recensione
i.l

I.L di Osamu Tezuka – Osamushi Collection | Recensione

  • di Gabriele Lacava
  • 5 Febbraio 2019
  • Comments Off

Oggi vi parliamo di “I.L”, il primo inedito uscito per la Tezuka (o se preferite Osamushi) collection pubblicato dalla J-Pop. Osamu Tezuka (1928-1989) in gioventù venne chiamato anche col soprannome di Osamushi (da cui prende il nome la collana) fu l’inventore dello story manga e del primo anime;  in seguito alla vastità e qualità delle sue produzioni venne e viene tuttora considerato e soprannominato il Dio dei manga.

Questo fumetto è stato scritto nel 1969 e possiamo considerarlo come un prototipo di opere che verranno scritte poco dopo come Kirihito (1970), Barbara (1973), Mw (1976) in cui si evidenzia una forte caratterizzazione dei personaggi e critica sociale.

Come in “Barbara” i protagonisti sono un uomo e una donna, che saranno le persone con cui l’autore darà voce alle sue idee e alla sua critica verso la società; purtroppo problemi attuali ancora oggi presenti. La vicenda principale che apre la strada alle storie autoconclusive, che userà Tezuka per parlare della società, è alquanto bizzarra: Daisuke Imari, regista, incontra il conte Alucard che gli chiede di rappresentare la realtà tramite la fantasia, creando racconti bizzarri con la scusa di girare un film, con l’aiuto di I.L. Daisuke è un regista molto famoso, finisce però in disgrazia perché è un sognatore e pensa che la gente abbia perso l’immaginazione dopo l’atterraggio sulla luna, infatti è diventato reale un evento che difficilmente poteva sembrare realizzabile. I.L invece è una vampiressa del conte Alucard con la capacità di trasformare il suo aspetto, così come le donne si adattano alle situazioni; I.L sarà la protagonista dei vari racconti ed è chiamata a risolvere i problemi di chi è in difficoltà, assumendo le loro sembianze. L’obiettivo di Daisuke è quello di rappresentare la realtà con la scusa di testare le capacità di trasformazione di I.L, mentre quello della vampiressa è quello di conoscere il vero amore.

Daisuke (e Tezuka) presenta così diverse storie autoconclusive molto diverse fra loro, alcune molto bizzarre, ma spesso profonde, che hanno sempre un risvolto inaspettato dall’incipit iniziale: una donna con il marito che ama le falene, una donna con il cancro che vuole salutare un uomo che ama ma sembra scomparso, un presidente condannato a morte con la moglie infedele, una donna della resistenza nel periodo comunista, un rapimento, una ragazza con i fiori tatuati, un attentato, una coppia religiosa, un veleno in una conchiglia, un americano tornato dal Vietnam.

Grazie a queste storie il regista si accorge che non c’è spazio per la fantasia in questa società, che non ci sono sogni, che l’uomo è vile e pensa solo al denaro; questo comporta all’incompatibilità di I.L per questo mondo. I vari racconti possono essere interpretati come il racconto del film di Daisuke e Tezuka potrebbe essere proprio Daisuke: infatti questo fumetto coincide con l’inizio delle storie mature dell’autore che mostrano la vita e la sua crudezza.

Come nei fumetti che verranno subito dopo il punto di forza di Tezuka è rappresentare senza filtri la realtà tramite ottime tavole e personaggi sempre vincenti, intensi e mai banali grazie a un’ottima caratterizzazione che rappresentano come l’animo umano può essere oscuro.

Il volume è già uscito e disponibile nelle fumetterie e presso i distributori online; volume unico in grande formato, 335 pagine con sovracopertina e di ottima carta e fattura, al costo di 12€. La Osamushi collection, edita da J-Pop, propone inediti e volumi pubblicati precedentemente dalla Hazard del Dio dei Manga. Per questa collana sono attualmente usciti anche: Barbara (volume unico), I tre Adolf (2 volumi), Mw (2 volumi), Delitto e castigo (volume unico); di prossima uscita e già annunciati Neo Faust, Melmo, Ludwig B, Swallowing the earth (inediti, volumi autoconclusivi), Kirihito e Ayako (ristampe, in 2 volumi).

I.L di Osamu Tezuka

I.L è una raccolta di storie brevi che permette all'autore di iniziare a mostrare una realtà spietata, una vita difficile e l'oscurità nell'animo umano. Tezuka è rappresentare senza filtri la realtà tramite ottime tavole e personaggi sempre vincenti, intensi e mai banali grazie a un’ottima caratterizzazione che rappresenta un vero punto di forza.
7.5
Ottimo
Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!