August 20, 2018
  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • instagram
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • [Recensione] My Hero Academia #15 – Le qualità per diventare un buon eroe!

[Recensione] My Hero Academia #15 – Le qualità per diventare un buon eroe!

  • da Ravi Grossi
  • 10 luglio 2018
  • Comments Off

Molti dubbi e difficoltà attendono Deku in questo volume di My Hero Academia di Kōhei Horikoshi.

Nel precedente volume abbiamo assistito alla conclusione dello scontro tra Deku e Bakugo con la vittoria sul filo del rasoio di quest’ultimo. Lo scontro e l’epilogo successivo ad esso sono serviti a mostrarci un ulteriore evoluzione e maturazione dal punto di vista emotivo e caratteriale dei due giovani aspiranti eroi, che adesso riescono a comprendersi meglio. Successivamente c’era stata l’introduzione dei Big Three, ovvero i tre studenti del terzo e ultimo anno più promettenti dell’accademia: Miro Togata, Nejire Hado e Tamaki Amajiki.

Parallelamente a questi avvenimenti, viene mostrato il primo contatto tra l’Unione dei Villain e Overhaul, che si scopre essere uno yakuza a capo dello Shie Hassaikai. Questo primo incontro è tutt’altro che pacifico e si risolve in uno scontro con due morti, uno per parte, e un ferito grave, Magne che durante lo scontro a seguito di un minuscolo dardo non era riuscito ad attivare il proprio quirk. Nonostante sembri non ci sia alcuna speranza di continuare le trattative Overhaul lascia un biglietto da visita

Iniziando il percorso di tirocinio Deku chiede consiglio a Grand Torino e sceglie come mentore Sir Nighteye, l’ex-sidekick di Allmight, che già fa da mentore a Miro Togata e gli rivela come in realtà avesse sperato e proposto che fosse proprio Togata ad ereditare il quirk di Allmight. Dopo un estenuante prova di selezione sia fisica che mentale di Sir Nighteye, che mostra in parte il suo straordinario quirk, egli accetta di prendere Deku sotto la sua ala. Come prima missione gli viene dato un compito speciale, mentre sarà fuori assieme a Togata ad assicurarsi che l’ordine cittadino sia mantenuto, devono tenere d’occhio le attività di una piccola gang di yakuza, al cui vertice si trova Chisaki, che si è recentemente messa in contatto con l’unione dei villain. Durante il primo giro di ronda Eri, una piccola bambina con un corno sulla fronte e le braccia coperte di fasciature, si scontra con Deku fuori da un vicolo, il quale non ha neanche il tempo di soccorrerla visto che vede arrivare dallo stesso vicolo Chisaki, che richiama a se la giovane.

Il volume riprende da dove si era interrotto il precedente, ovvero un potente cliffhanger dove il giovane Deku si trova davanti ad Hoverhaul. Visto il buon cuore e l’inesperienza di Midoriya si avrà un dialogo colmo di tensione e sul filo del rasoio che introduce una delle nuove tematiche dell’arco narrativo, ovvero che ad ogni azione corrispondono conseguenze e che a volte fare la scelta giusta possa sembrare quella più moralmente sbagliata per i nostri giovani eroi. A seguito della scelta sofferta a cui è messo davanti Deku inizia a perdere la concentrazione durante le normali lezioni e decide di mettere chiarezza nei suoi pensieri, andando a discutere con Allmight di una questione che gli pesa dentro e di cui non ha fatto parola con nessuno, solo per scoprire un’altra dolorosa verità, ovvero il motivo per cui Nighteye e il precedente top hero hanno deciso di scogliere la coppia formata.

Si ha un secondo e questa volta più pacato incontro tra gli yakuza capeggiati da Chisaki e Tomura, il leader dell’Unione dei Villain che allude e preannuncia enormi problematiche nei tempia a venire per tutti gli eroi. Parallelamente a questa discussione vediamo all’opera altri eroi alle prese con il tirocinio, è la volta di Suneater e Red Riot, quest’ultimo in particolare sarà al centro di alcuni eventi dove verrà approfondito il personaggio dandogli più spessore sia sul campo che tra i suoi compagni.

Il volume prosegue con un importante riunione dove si discute di strategie estremamente importanti, atte a prevenire gli attuali sviluppi che le organizzazioni criminali sembrano aver intrapreso, durante la quale molte complicazioni e pesanti implicazioni vengono a galla e sono divulgate a tutti gli eroi e aspiranti tali. La conclusione come sempre non delude e preannuncia un’azione altamente adrenalinica con la messa in opera dell’ambizioso piano.

Il quindicesimo volume si presenta estremamente bilanciato, da una parte abbiamo uno sviluppo davvero interessante e molto spiazzante in quanto a rivelazioni, dall’altro una buona dose d’azione senza per questo mancare di scontri tattici con un finale che lascia presagire come si stia per entrare nel fulcro di questo interessante arco narrativo.

In Italia il manga è edito da Edizioni Star Comics ed è disponibile in tutte le fumetterie dal 2 Luglio al prezzo di 4,30€. Non attendente oltre, andatelo a leggere e buon Plus Ultra!


Precedente «
Successiva »

Podcast