Sandman Universe – parlano gli autori di House of Whispers

0
Sandman

Praticamente chiunque abbia mai letto un fumetto avrà sentito parlare di Sandman, creazione del geniale Neil Gaiman per l’etichetta Vertigo di DC Comics. E chiunque abbia amato la creazione di Gaiman avrà sicuramente esultato quando, pochi mesi fa, l’autore ha annunciato di aver aperto il mondo di Sandman a nuovi team creativi, per dare vita a quello che è stato ufficialmente ribattezzato Sandman Universe. Tra questi nuovi autori troviamo anche il duo formato da Nalo Hopkinson e Dominike “Domo” Stanton che, insieme a John Rauch e Deron Bennet, hanno creato “House of Whispers”, uscito da pochi giorni ma che ha già stupito tutti con un primo albo denso di potenziale e perfettamente inserito nel canone dell’universo di Gaiman.

La scrittrice Nalo Hopkinson si è dichiarata entusiasta di poter lavorare sulla creatura di Gaiman: “Il mondo del Sogno è un grande mondo, ricco di dettagli, con molto spazio per poter aggiungere ulteriori dettagli. E’ il lascito del alvoro di Neil e dei vari artisti che nel tempo hanno contribuito alle serie. E Neil è stato fantastico, ci ha detto di raccontare le nostre storie nel modo in cui solo noi avremmo potuto, senza fissare paletti o limiti. Ci ha dato qualche spunto ed il background del Sogno, per poi invitarci a giocare con questo universo. Ed è quello che abbiamo fatto. Siamo consci delle aspettative dei fan, ma ci siamo mossi in assoluta libertà.”
Come detto, Gaiman ha lasciato alla scrittrice la possibilità di adattare il mondo, aggiungendo eventuali personaggi. “Dal mio punto di vista, la versione originale del Sogno, che reputo fantastica, mancava sicuramente di qualche rappresentazione legata all’essere neri. C’erano sicuramente donne e persone di colore, ma ho pensato fosse una valida idea aggiungerne qualcuna. E Neil è stato fantastico nel creare una nuova Casa nel Sogno, la Casa dei Sussurri, che appartiene ad Erzulie, una divinità dell’amore che ha origine nell’Africa occidentale. Ho cercato di creare un buon mix tra personaggi nuovi e vecchi, e spero che i fan di vecchia data si divertano a trovare tutte le citazioni all’opera originale che ho inserito in questo lavoro.”

L’artista addetto alla creazione visiva di questa nuova serie, Dominike “Domo” Stanton, si è detto, come la collega, eccitato ma ovviamente intimidito dal peso dell’opera e dalla fama del mondo creato da Neil Gaiman.

“E’ sicuramente qualcosa che ti può spaventare. Posso solo immaginare il peso portato da Nalo, dato che stiamo parlando di Neil Gaiman, che fino ad oggi è stato l’unico scrittore ad occuparsi del Sogno. Ci sono enormi aspettative, e non solo da parte di Neil, ma soprattutto da parte dei tantissimi fan sparsi per il mondo. Anch’io ho un sacco di pressione addosso, dato che sono entrato a far parte di una ristretta cerchia di disegnatori che hanno messo mano al mondo creato da Neil. E sono felice di avere l’opportunità di aggiungere il mio personale tassello a questo fantastico e amatissimo universo narrativo.”
La collaborazione tra i due ha fatto scattare la scintilla di un’intesa pressoché immediata, che Domo ha commentato così: “Adoro lavorare con Nalo. Riempie le pagine di così tanti dettagli, riferimenti e idee che mi aiutano in maniera grandiosa e mi danno un sacco di spunti su come costruire la pagina. Dopo che mi viene consegnato lo script, di solito mi butto sul lavoro e traccio le linee guida di quelle che saranno le tavole finite. E facendomi guidare dallo script, disegno pagina per pagina cercando di dare ritmo alla storia, a volte aggiungendo o modificando dettagli, spostando i riquadri per il testo o stravolgendoli in base alle note a margine che mi lascia Nalo. Ed è perfetto lavorare con lei perché è come se ci conoscessimo da anni e ci divertiamo un sacco in quello che facciamo.”
Il disegnatore parla poi degli artisti che lo hanno maggiormente influenzato nel suo lavoro, un mondo ricco di magia e dettagli, un sapiente mix di idee originali e concetti visti precedentemente nelle storie di Sandman. “E’ stato assolutamente fondamentale osservare bene il lavoro di chi mi ha preceduto. Su tutti, J.H. Williams e Chris Bachalo, artisti ai quali mi ispiravo anche prima di metter mano al mondo del Sogno. Ho sempre adorato il modo in cui Chris usa il nero e le ombre e la maestria nella composizione delle tavole di Williams, mi hanno ispirato nel mio lavoro su House of Whispers. Ho cercato di mixare queste influenze con alcune nuove idee e spero che il lavoro che ho fatto venga apprezzato, ho cercato di creare qualcosa di nuovo e spero che i lettori si divertano a leggere quanto io mi sono divertito nello sperimentare.”

House of Whispers #1 è disponibile negli USA dal 12 settembre 2018.

Questo slideshow richiede JavaScript.