Superman – Tom Taylor risponde a chi accusa la bisessualità di Jon Kent di aver danneggiato le vendite

0
Tom Taylor Jon Kent Superman: Son of Kal-El

Nonostante alcune voci asseriscano il contrario, le vendite della run a fumetti Superman: Son of Kal-El  sono alle stelle.

Secondi alcuni la bisessuallità di Jon Kent – figlio di Clark e Lois nonché nuovo Superman – avrebbe influito in maniera pesantemente negativa sulle vendite della serie impedendone così il successo. Lo scrittore della serie Tom Taylor ha pubblicato sui social media una serie di screenshot di diversi articoli di questo tono. Molti di questi affermano che, anche se Superman: Son of Kal-El #5 ebbe un picco di vendite a causa del clamore suscitato dalla sessualità di Jon, la serie subì poi un forte ridimensionamento di vendite già il dicembre successivo. Tom Taylor ha quindi smentito seccamente queste illazioni, alle quali ha replicato con vari tweet nei quali afferma:

Oggi, mi sono svegliato con mucchi di sconosciuti che attaccavano le vendite di Superman: Figlio di Kal-El #6 e celebravano il fallimento del nostro fumetto..“.

Non credo che il valore di una storia si misuri dalle sue vendite. Ma il nostro Superman sta vendendo abbastanza bene. Il numero 5, dove Jon Kent svela la sua bisessualità, è entrato nella Top 10 nelle vendite di fumetti per novembre.”

Capisco che ci sono quelli che vogliono vedere questa serie fallire per alcune ragioni piuttosto ovvie e terribili, ma…non sta fallendo.”

Potete vedere i post originali di Taylor a seguire qui sotto:

C’è inoltre da considerare che a causa dei ritardi che hanno afflitto l’intera industria dei fumetti, Superman: Son of Kal-El #6, originariamente previsto per il 14 dicembre, è stato posticipato al 4 gennaio 2022. A sua volta Superman: Son of Kal-El Annual 1, uscito il 7 Dicembre, è stato anticipato al 30 novembre, il che spiega la sua assenza dalle classifiche di dicembre.

Quando Taylor ha annunciato la bisessualità di Jon e la sua relazione con l’aspirante reporter Jay Nakamura, questa fu ben accolta dai più e portò ad un maggiore interesse per Superman: Son of Kal-El #5, dove abbiamo assistito al primo bacio della giovane coppia. Il grandioso successo dell’albo ha portato la DC a ristampare i primi quattro numeri della serie sotto il marchio DC Pride. Questa scelta ha tuttavia creato forse disappunto e reazioni avverse negli ambienti conservatori, come quella della senatrice dell’Arizona Wendy Rogers, la quale si è apertamente schierata contro la bisessualità di Jon Kent affermando: “Hollywood sta cercando di rendere gay Superman e lui decisamente non lo è.” Se poi la senatrice sia al corrente del fatto che Clark Kent e Jon Kent sono e rimangono due individui diversi e distinti, non ci è dato saperlo.

Inoltre, col prosieguo della serie, Jon Kent si ritroverà ad affrontare questioni sempre più attuali come il cambiamento climatico. La copertina di Superman: Son of Kal-El #7 anticipa inoltre come i giovani eroi prenderanno posizione con la protesta pacifica per raggiungere i loro obiettivi invece di andare semplicemente allo scontro con un villain. Potete vedere la cover a seguire qui sotto:

superman_son of kal-el #7-cover

Nonostante le critiche di una minoranza, la DC continua a proporre un maggior numero di personaggi LGBTQ+ in ruoli di primo piano nella sua line-up di titoli. Tim Drake per esempio, ha svelato la sua bisessualità la scorsa estate in Batman: Urban Legends nella quale appare con il suo nuovo ragazzo, e il personaggio di Jackson Hyde – ovvero Aqualad – si è mostrato invece apertamente omosessuale.

Fonte: CBR

Lascia un commento