May 21, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
Mayhem

Intervista alla Mayhem Wrestling – Road to Roots of Mayhem | Esclusiva

  • di Marco Travicelli Sciarra
  • 19 Ottobre 2018
  • Comments Off

Sabato 3 Novembre al teatro Binario 7 di Monza (MB) si terrà Roots of Mayhem, il primo show della Mayhem Wrestling, nuova promotion di Wrestiling professionistico Italiana. Negli scorsi abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro chiacchiere con Emanuele Cucurnia, uno dei creatori della federazione, che ci ha spiegato come è nata la Mayhem Wrestling e ci ha dato alcune delucidazioni sull’evento del 3 Novembre.


Come é nata la Mayhem?

La Mayhem nasce da un incontro di idee tra varie persone, tutte legate al mondo del wrestling italiano in diversi modi, chi con più o meno esperienza, realizzando poi che in quei dialoghi ci fossero più punti in comune di quanto si potesse immaginare. Nasce così: punti in comune, visioni sul mondo del wrestling che coincidono e, soprattutto, dal voler dar corpo e vita a queste idee, dal costante confronto su cosa possa funzionare o meno su un ring e sul poter offrire il meglio al pubblico.

Che scopi si predilige sul mercato di wrestling Italiano e su quello Internazionale?

E’ un progetto che mette i talenti italiani al centro di tutto. La Mayhem vuole essere una realtà che dia un’occasione concreta ai migliori atleti nazionali: sia a quelli che si stanno affacciando al mondo del wrestling sia a quelli i cui nomi sono già ben scolpiti nella mente dei fans. Il tutto senza dimenticare quanto sfide di calibro internazionali possano essere sempre un incentivo ad offrire il meglio per la federazione e per il pubblico. Non mancheranno quindi le chiamate di atleti stranieri, che daranno vita a sfide indimenticabili con gli atleti italiani del roster Mayhem.

Chi é dietro il progetto e avete chiesto aiuti da altre federazioni?

Man mano che si avvicina il 3 Novembre, giorno del nostro debutto, mi rendo conto di quanto nascano automaticamente soprannomi a cui, inizialmente, non avevamo neppure pensato. Ad esempio, adesso, per indicare chi ci sia dietro il progetto, è nato l’appellativo “Direttivo”, che se da una parte fa sorridere, dall’altra fa riflettere perché rispecchia la realtà di quanto siamo coesi e decisi ad arrivare sempre più uniti al giorno di Roots of Mayhem. Dietro al progetto ci siamo io, Silvio Saccomanno, Matteo Di Fina, Lorenzo Cassano (entrambi arbitri dello show di Novembre), Simone Spada e altri tre ragazzi che si alterneranno tra direttivo e ring.

E per quanto riguarda gli aiuti, se si esclude il fatto che io e Silvio facciamo parte dell’ASCA (ma specifico che il nome dell’ASCA non abbia nulla a che fare col progetto Mayhem), posso garantire che abbiamo fatto tutto per conto nostro. Vogliamo seguire la nostra strada, mantenendo comunque il rispetto per il lavoro delle altre federazioni.

Abbiamo visto che avete annunciato finora il vostro Master, due arbitri ed il Wrestler Canadese Vaughn Vertigo, cosa vi ha portato a scegliere proprio lui e a proporlo come prima rivelazione lottante?

Volevamo dare un segnale importante per il nostro primo show e così abbiamo deciso di portare un nome che non fosse mai stato chiamato in Italia. Volevamo la novità unita ad un enorme talento e Vaughn Vertigo racchiude in sé queste caratteristiche. E non solo queste. Arriverà il momento in cui scoprirete il suo avversario, ma ciò che caratterizza Vertigo è la sua incredibile malleabilità ed una capacità atletica fuori dal comune. Se avete avuto modo di vedere il video dei suoi highlights, presente nella nostra pagina Facebook, ve ne sarete resi conto da soli.

In che proporzione pensate di chiamare stranieri al vostro show? Saranno delle One and Done o vi saranno dei ritorni integrati in modo fisso nel roster?

Il nostro obiettivo è creare un forte senso di continuità. E puntiamo a farlo anche con gli atleti stranieri, per quanto con loro possa essere più difficile perché i booking esteri sono più frequenti, visto il grande numero di federazioni presenti, ma faremo il possibile affinché le apparizioni degli atleti stranieri non siano One Night Only. E anche se lo fossero, a questo punto, cogliete l’occasione per venire a vedere gli atleti internazionali ad uno show Mayhem appena ne avete l’opportunità perché potrebbe essere la vostra unica chance di vederli dal vivo.

Il primo Show della Mayhem Wrestling si terrà il 3 novembre al teatro binario 7 di Monza, in diretta concorrenza con il Lucca Comics and Games, non siete spaventati dal confronto con questo colosso?

Chiunque tremerebbe di fronte a questo confronto: stiamo parlando di uno degli eventi chiave dell’autunno non solo in Italia, ma anche in Europa. Il nostro vantaggio è che il Comics si svolga nell’arco di cinque giorni (tra cui spicca addirittura un giorno festivo infrasettimanale). Il nostro show, invece, è di sabato: giornata ideale per una serata da trascorrere nell’atmosfera avvolgente del Teatro Binario 7. Perciò chiunque voglia assistere allo show Mayhem, potrà farlo senza rinunciare ad un viaggio con destinazione Lucca. Le due cose non si annullano … ma sabato 3 Novembre, siate con noi. Fate parte dell’atmosfera Mayhem.

La Mayhem avrà delle vere e proprie storyline con continuity oppurre ogni show sarà un capitolo Stand alone, distaccato dagli altri se non per la presenza dei medesimi wrestlers?

Abbiamo un’idea. Abbiamo un progetto. E il nostro progetto è quello di raccontare una storia. Potrebbe essere anche la storia più semplice di tutte, ma vogliamo che il nostro pubblico si senta parte di qualcosa. Che esca dal palazzetto con la soddisfazione di ciò che ha visto e la curiosità di tornare allo show successivo. Il nostro compito, dunque, è fare in modo che ogni show sia collegato all’altro. In che modo? Lo vedrete voi quando assisterete a Roots of Mayhem.

Potete anticiparci ai nostri lettori alcuni match della card di Roots of Mayhem?

Ouch. Domanda a tradimento. Abbiamo in programma un triple threat match tra Eron Sky, Max Peach e Ashley Dunn, un single match tra Mirko Mori e Luke Zero, un single match tra
il lottatore Britannico Gene Munny e l’Italiano Gianni Verga e un tag team match per assegnare il Dual Force Title tra i Revenge e i Spaghetti Strong Style Jr. Per il resto credo che dovrete ancora aspettare, ma posso garantirvi che rimarrete piacevolmente sorpresi. Stiamo solo grattando la superficie e come avrete potuto vedere alcuni atleti hanno già scatenato reazioni positive. Seguiteci sulla pagina Facebook di Mayhem Wrestling e sarete sempre aggiornati con le nostre novità e i nostri annunci.


Noi saremo presenti a questo primo spettacolo della Mayhem Wrestling e vi poteremo un reportage completo della serata. Per tutte le informazioni sull’evento e per acquistare i biglietti vi rimandiamo alla pagina Facebook dell’evento.

Previous «
Next »