Ray Fisher sarebbe stato minacciato da Geoff Johns sul set di Justice League

0
Ray Fisher Justice League Cyborg

Ray Fisher, attore che in Justice League ha interpretato Victor Stone/Cyborg, continua la sua personale crociata contro tutti i responsabili della versione cinematografica del film uscito nel 2017. Questa volta ad essere nel mirino delle polemiche è Geoff Johns, direttore creativo per DC Comics.

“Durante le riprese aggiuntive di Justice League a Los Angeles, Geoff Johns mi ha chiamato nel suo ufficio per sminuire e ammonire i tentativi miei e del mio agente di far arrivare i nostri dubbi e lamentele a chi di dovere, ai piani alti. A quel punto lui ha anche fatto una piccola e velata minaccia alla mia carriera. Questo tipo di atteggiamenti devono finire.”

Molti attori si sono esposti a gran voce per far diventare realtà la Snyder Cut di Justice League, in moto tale che la visione di Zack Snyder potesse arrivare al mondo intero. Quando però c’è da andare contro Warner Bros. e i film della DC, Ray Fisher è sempre in prima linea. A giugno, per esempio, l’attore si è rimangiato tutte le parole di lode dette nei confronti di Joss Whedon e qualche giorno dopo ha descritto il comportamento del regista e della sua crew sul set di Justice League come “maleducato, abusivo, non professionale e completamente inaccettabile”. A luglio poi ha rincarato la dose, accusando di tali comportamenti anche Geoff Johns e Jon Berg. In particolare, quest’ultimo avrebbe insabbiato tutti i comportamenti sbagliati del regista che ha sostituito Snyder.

Ovviamente tutte le parole di Ray Fisher sono da prendere con le pinze, perché non c’è nulla di sicuro.

La Snyder Cut di Justice League arriverà nel corso del 2021 su HBO Max.

Fonte: CBR 

Lascia un commento