November 20, 2018
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal

Tom Taylor, scrittore degli X-Men attacca il "Comicsgate"

  • di Luca Brindani
  • 27 agosto 2018
  • Comments Off
Tom Taylor

Nei giorni scorsi vi abbiamo riportato che Jeff Lemire e altri esponenti del mondo del fumetto si erano schierati con Marsha Cooke dopo delle accuse, false, di supporto del marito defunto, Darwyn Cooke, al comicsgate.
Ora anche lo scrittore di X-Men: Red e Uncanny X-Men, Tom Taylor si aggiunge ai difensori della Cooke.


“Io credo che i fumetti siano per tutti. Non ci sono scuse per le molestie. Non c’è posto per l’omofobia, la transfobia, razzismo o la misoginia nella critica ai fumetti.”
Taylor ha incoraggiato altri autori a seguirlo, come Jason Latour che ha aggiunto “Sfumature, ambiguità e dibattito sono parte dell’arte. Puoi criticare il lavoro altrui senza disumanizzare chi l’ha fatto.”
Altre figure si sono poi aggiunte come Kelly Thompson (West Coast Avengers, Mr. & Mrs. X), Jamal Igle (The Wrong Earth, Iron Fist/Wolverine), Rob Williams (Judge Dredd, Suicide Squad), Sina Grace (Iceman), Jackson Lanzig (Gotham City Garage, Batman & Robin Eternal) e l’editor di Marvel Comics Heather Antos.
Il twitter di Taylor si è in fretta riempito di sostenitori da tutto i lati del comicdom, dai fan agli autori, che hanno aiutato a diffondere il suo messaggio e che lui stesso ha ringraziato in un tweet successivo. “Vedo tutti copiarlo e incollarlo e siete fantastici. Continuate così.”


Il comicsgate è un movimento contrario alla diversificazione, secondo loro forzata dei fumetti. Questo pensiero li ha portati a scontrarsi con autori appartenenti alle minoranze ed alla comunità LGBT, che in alcuni casi sfociavano nelle molestie.

Previous «
Next »