September 18, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Oscar – Gli stuntman protestano contro l’Academy per avere una loro categoria

Oscar – Gli stuntman protestano contro l’Academy per avere una loro categoria

  • di Andrea Barone
  • Agosto 18, 2019
  • Comments Off
Oscar

I professionisti del settore stunt stanno pensando di boicottare la cerimonia di consegna dei premi Oscar, a causa del rifiuto, da parte dell’Academy, di indire un premio alla cateogria Best Stunt Coordination.

La notizia sta rimbalzando da più fonti e, stando al sito Vulture, queste sarebbero le parole di Jake Gill, un coordinatore di stunt che si batte da  oltre trent’anni affinché l’Academy si “accorga” dell’importanza della categoria:

I professionisti dello stunt hanno boicottato gli Oscar lo scorso anno e potrebbero prendere in considerazione l’idea di una grande protesta per la prossima cerimonia. L’Academy, nei primi anni in cui ci siamo interfacciati, è sempre stata alla ricerca di aiuto, mentre ora è quasi impossibile anche solo avere un colloquio. Negli scorsi anni ho anche ricevuto aiuto da un altro membro dell’Academy, che si è reso disponibile a mettere una buona parola anche solo per intavolare un discorso, ma nulla da fare. Mi ha poi raccontato che, letteralmente, gli è stato detto che non avverrà mai. Non ci sarà mai un premio per la categoria stunt.

Ma noi non demordiamo: siamo 95 quest’anno, e il prossimo anno dovremmo superare i 100 membri, che è il requisito minimo, stando a quanto dice  l’Academy, per essere considerati, per avere anche solo una possibilità che si pensi ad una categoria degli Oscar. Ho sempre pensato che il nostro settore fosse una piccola parte dell’industria, e che i 100 membri votanti non fossero necessari. Ci sono categorie con meno di 100 membri che però hanno il proprio premio. Mi è stato detto che mi sbagliavo.

Si sono uniti al coro altri importanti professionisti del settore, tra i quali Janene Carleton (responsabile degli stunt di Jack Reacher, Mission Impossible Protocollo
Fantasma), che ha ribadito come lo stunt necessiti e meriti una categoria agli Oscar, anche solo per il lavoro svolto nel mantenere la sicurezza degli attori, anche di star come Tom Cruise, noto per voler eseguire le scene più pericolose.

Un coordinatore dello stunt immagina la scena, la simula più volte per scegliere quale sia la resa più cool, e soprattutto è responsabile per la sicurezza di tutti, attori e controfigure.

Una polemica che sembra decisamente indirizzata verso un punto di svolta, qualora l’Academy decidesse di non cambiare la propria posizione.

Fonte: Indiewire

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!