Tratto dal bestseller omonimo del 2012 di Katherine A. Applegate, L’unico e insuperabile Ivan è il nuovo film originale della piattaforma Disney+ che uscirà l’11 settembre dopo la presentazione in anteprima al Giffoni Film Festival il 18 agosto come film che aprirà la mostra del cinema dei ragazzi. Diretto da Thea Sharrock e interpretato da Bryan Cranston, il film è una storia di amicizia e di speranza capace di intrattenere e commuovere. Come molti film in questo periodo, anche questo sarebbe dovuto uscire al cinema, ma a causa della pandemia da Coronavirus è stato inserito direttamente nel catalogo della piattaforma streaming.

Ivan è un gorilla di 180 KG molto particolare, sottratto alla giungla quando era ancora troppo piccolo per ricordare, è stato trasportato negli Stati Uniti per essere rinchiuso in una gabbia in un centro commerciale diventando l’attrazione principale del luogo. Insieme ad Ivan vivono altri animali: un cane randagio, un coniglio, una foca e un’anziana elefantessa. Ma perché Ivan è così speciale? Tra uno spettacolo e l’altro, il gorilla disegna, aiutato dalla piccola figlia del proprietario del centro commerciale Julia (Ariana Greenblatt). Le cose inizieranno a cambiare quando un cucciolo di elefante Ruby, verrà portata come nuova attrazione nel centro commerciale. La piccola Ruby è spaventata e Ivan mantenendo una promessa importante dovrà prendersi cura della piccola elefantessa con la quale imparerà a scoprire davvero chi è.

Basato su fatti realmente accaduti che nel film vengono romanzati per seguire la trama del libro per ragazzi dal quale è tratto, L’unico e insuperabile Ivan è un film per tutta la famiglia tipico dei canoni Disney. I protagonisti assoluti sono gli animali che popolano il centro commerciale, animali antropomorfi realizza con una buona CGI che ricorda altri film live-action della casa di topolino. Lontano dalla veridicità de Il Re Leone e Il Richiamo Della Foresta, gli animali del film sono facilmente accostabili a quelli già visti per esempio in Dumbo di Tim Burton, con il quale condivide ben più caratteristiche che il semplice aspetto delle creature. I protagonisti umani assoluti sono Mack (Bryan Cranston) il proprietario del centro commerciale nonché headmaster dello spettacolo di animali e la sua piccola figlia Julie, entrambi però risultano quasi figure da contorno che non hanno molto spazio nella narrazione, in quanto si è preferito concentrarsi di più sui legami tra gli animali. Specialmente Bryan Cranston, che dopo il successo di Breaking Bad non sembra più trovare quel ruolo che riesce a metterlo al centro come protagonista assoluto, forse anche questo è il motivo per il quale lo si vede in film di qualsiasi genere, dai gangster movie ai film per ragazzi.

Pur essendo un buon film, leggero e spensierato L’unico e insuperabile Ivan non riesce a convincere nella sua totalità. Pur avendo una durata canonica il film sembra esaurirsi in un battito di ciglia, gli avvenimenti che si susseguono sono molteplici e a volte poco approfonditi e decisamente rapidi, alcune storyline inserite sono poco convincenti e anche poco interessanti. Ciò che però colpisce sono sicuramente tutte le scene tra Julie e Ivan e soprattutto quelle tra Ivan e Ruby, dolcissime e profonde; sono anche questi i momenti in cui la sceneggiatura da il meglio di sé con dialoghi davvero memorabili. A tratti il film pecca di originalità; come già detto precedentemente ha molti tratti in comune con Dumbo di Tim Burton, non solo per l’immagine degli elefanti, alcune scene sono un chiaro riferimento al film. Chi ha visto The Greatest Showman non potrà non notare anche una somiglianza tra il personaggio di Hugh Jackman e quello di Bryan Cranston, non solo nell’abbigliamento ed infine alcune scene non possono non ricordare il film d’animazione Madagascar.

La regia, così come la fotografia e il montaggio sono privi di qualsiasi artifizio, confluendo al film un aspetto neutro ma non sottotono, di certo non è quello il focus della pellicola. Quasi tutto il film è girato in interni, sono molte le scene riprese direttamente da dentro la gabbia del grande Ivan o degli altri animali, come volessero confluire nello spettatore tutte le emozioni di prigionia degli animali, gli unici spiragli di libertà sono quelli che vengono creati con la mente, con i racconti, con la fantasia e con l’arte altre tematiche fondamentali. Grandi nomi si annoverano nella pellicola a partire dal protagonista umano Bryan Cranston fino ad arrivare alle voci dei doppiatori degli animali: Sam Rockwell è la voce del gorilla Ivan, Angelina Jolie quella di Stella l’elefantessa anziana, Danny DeVito è voce a Bob il cane randagio, Helen Mirren la voce di Snickers la barboncina, Brooklynn Prince invece presta la sua voce a Ruby l’elefantina. Nella versione italiana fanno invece parte del cast di doppiatori gli attori: Stefano Fresi, Paola Minaccioni e Federico Cesari rispettivamente nel ruolo di Bob il cane, Henrietta la gallina e Murphy il coniglietto.


L’unico e insuperabile Ivan arriverà su Disney+ l’11 settembre 2020 dopo la sua presentazione al Giffoni Film Festival del 18 agosto dove saranno presenti Federico Cesari e collegati in streaming l’attore protagonista Bryan Cranston e la regista Thea Sharrock.

Di seguito potete vedere il trailer italiano del film:

Lascia un commento