Arriva oggi su Netflix, Red Notice, pellicola originale diretta da Rawson Marshall Thurber (DodgeBall, Come ti spaccio la famiglia, Skyscraper) con un trio di protagonisti assoluti. Gal Gadot, Ryan Reynolds e Dwayne Johnson aka The Rock sono pronti a darsela di santa ragione.

John Hartley (Dwayne Johnson) è il più grande profiler dell’FBI ed è alle prese con un nuovo red notice, il mandato dell’Interpol per la cattura dei maggiori latitanti. Le sue ricerche in tutto il pianeta lo catapultano in una rocambolesca rapina, durante la quale è costretto ad allearsi con il più grande responsabile di furti d’arte, Nolan Booth (Ryan Reynolds), per poter catturare la ladra di opere artistiche più ricercata al mondo, soprannominata “L’Alfiere” (Gal Gadot). Ne segue una grande avventura che trascina i tre protagonisti, sempre insieme loro malgrado, in giro per il globo tra piste da ballo, prigioni isolate e giungle selvagge.

200 milioni di dollari. È questa la cifra che Netflix ha speso per produrre Red Notice, film più caro mai prodotto dalla piattaforma di streaming. Dopo averlo visto la nostra unica domanda è: ma dove sono finiti tutti questi soldi? Sicuramente investiti nei tre attori protagonisti, nomi importantissimi del panorama cinematografico contemporaneo, piuttosto che nella realizzazione.

Marshall Thurber, dopo aver esplorato diversi generi attraverso la sia filmografia, ricordiamo la divertentissima commedia Come ti spaccio la famiglia con Jennifer Aniston e Emma Roberts, il film ormai cult DodgeBall con Ben Stiller e il più recente Skyscraper, action thriller catastrofico con The Rock, si lancia a capofitto in una nuova avventura. Red Notice è infatti l’ennesimo “heist movie” della piattaforma dopo il recente Army of Thieves, prodotto da Zack Snyder, con un pizzico di novità. Fortemente citazionistico, il film strizza l’occhio a pellicole passate in modi più che palesi. Da scene che non possono non ricordare i vecchi 007, passando per Indiana Jones, a Tomb Ryder, fino addirittura a Jurassic Park e ai film del ciclo di Robert Langdon, Red Notice è un action fatto e pensato per intrattenere il tempo stretto necessario alla visione del film ma che sarà ben presto dimenticato.

Ambientato in diverse parti del mondo a partire da Roma, alla Spagna fino alla Russia, quello che salta immediatamente all’occhio è la sua messa in scena, fatta e pensata per un prodotto destinato solo ed esclusivamente alla distribuzione VOD. La cura dei dettagli, la computer grafica e tutta quella parte tecnica che dovrebbe essere eccellente quando si tratta di un prodotto puramente cinematografico, in questo caso è decisamente scadente, motivo che ancora una volta porta a confermare la nostra teoria sui cachet alle stelle degli attori. La sceneggiatura si regge più che su una trama solida, sullo scambio continuo di battute tra i personaggi a volte riuscite, a volte decisamente meno. Ryan Reynolds continua imperterrito ad interpretare sistematicamente lo stesso ruolo da anni, atteggiamento che l’ha sicuramente penalizzato. The Rock non è da meno, risultando la maggir parte delle volte una caricatura di sé stesso. Interessante invece la scelta di Gal Gadot nei panni di quel tipo di antagonista, ruolo che per anni è sempre stato affidato a uomini.

Nonostante Marshall Thurber sia l’occhio dietro alcuni film ormai cult, con Red Notice non riesce ad eguagliare alcuni suoi precedenti lavori. La sua nuova pellicola si inscerisce in quel filone Netflix di film ibridi, caratterizzati da una commistione di generi, pensati più per intrattenere che per far riflettere o altro. 6 Underground prodotto da Michael Bay qualche anno fa, The Old Guard (che presto avrà un sequel), sono esempi di quanto appena detto. Nonostante i film appena citati non possono essere considerati capolavori, avevano quel qualcosa in più almeno dal punto di vista formale e tecnico.

Red Notice è sicuramente un film divertente e dissacrante, tipico della filmografia del suo regista Rawson Marshall Thurber. Interpretato da un trio fuori dal comune, è una commedia action thriller, che pur non convincendo sul lato tecnico e della messa in scena, riesce a divertire e ad intrattenere anche grazie a svariati colpi di scena disseminati qua e là durante il suo svolgimento. Pensato per essere interamente fruito in streaming, riuscirà sicuramente a strappare qualche risata ma anche a far storcere non pochi nasi. Spegnete il cervello, non fatevi domande e provate a rilassarvi con Red Notice.


Red Notice è ora disponibile su Netflix. Ecco il trailer italiano del film:

Lascia un commento