Xbox Series X – Rivelate le specifiche tecniche e il nuovo controller

0
Xbox Series x

Finalmente son state rivelate tutte le specifiche tecniche della nuova console di casa Microsoft, Xbox series X.

La prossima generazione di Xbox è definita da tre caratteristiche principali: Potenza, Velocità e Compatibilità. Diamo un’occhiata alle caratteristiche e alle tecnologie di Xbox Series X che offrono questi tre segni distintivi.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • CPU: 8x Zen 2 Cores a 3.8GHz (3.6GHz with SMT)
  • GPU: 12 TFLOPs, 52 CUs a 1.825GHz, Custom RDNA 2
  • Die Size: 360.45mm2
  • Process: TSMC 7nm Enhanced
  • Memory: 16GB GDDR6
  • Memory Bandwidth: 10GB a 560GB/s, 6GB at 336GB/s
  • Internal Storage: 1TB Custom NVMe SSD
  • I/O Throughput: 2.4GB/s (Raw), 4.8GB/s (Compressed)
  • Expandable Storage: 1TB Expansion Card
  • External Storage: USB 3.2 HDD Support
  • Optical Drive: 4K UHD Blu-ray Drive
  • Performance Target: 4K a 60fps – fino a 120fps

Nel corso degli ultimi anni l’innovazione per le nuove console riguardava principalmente la qualità grafica, siamo andati dagli 8 bit ai 16 bit, dal 2D al 3D, dal SD al HD e infine al 4K. Microsoft invece con series x vuole dare anche un nuovo modo di giocare, a partire dai nuovi processori creati con AMD per migliorare le performance di gioco.

Una delle funzionalità più grandi (e più evidenti per i giocatori) in Xbox Series X sarà il supporto per DirectX Raytracing, tecnica generale di geometria ottica che si basa sul calcolo del percorso fatto dalla luce, seguendone i raggi attraverso l’interazione con le superfici. Per darci un’idea migliore del modo in cui questa tecnologia ha un impatto diretto sui giochi, Clayton Vaught, direttore tecnico di Minecraft, ci ha mostrato delle immagini con e senza raytracing.

Passando avanti e indietro tra gli oggetti visivi attuali e quelli DirectX Raytracing con accelerazione hardware, Vaught ha girato un mondo pre-costruito di Minecraft per mostrare come l’illuminazione realistica cambia completamente il gioco. Le ombre proiettate dagli oggetti si ammorbidiscono o si induriscono a seconda di quanto sei lontano dall’oggetto, mentre la lava emana un caldo bagliore arancione che si dissipa sulla distanza e si riflette sulle guide del carrello. Anche la luna emette i propri raggi, scorrendo giù attraverso le crepe nei muri e riflettendo le particelle nell’aria. I visual di Raytraced cambiano radicalmente il modo in cui Minecraft viene percepito, attirando il giocatore e immergendolo in un mondo molto più realistico.

Per chiudere il segmento sulla potenza di Xbox Series X, Mike Rayner, direttore tecnico di The Coalition, si è presentato per mostrarci come il suo team ha intenzione di ottimizzare Gears 5 per Xbox Series X. Il team ha presentato una demo tecnica di Gears 5, basato su Unreal Engine, per Xbox Series X utilizzando le impostazioni complete Ultra PC Spec, che includevano trame ad alta risoluzione e nebbia volumetrica ad alta risoluzione, nonché un conteggio delle particelle superiore del 50% rispetto alle specifiche Ultra PC. Hanno anche messo in mostra il filmato di apertura, che ora funziona a 60 FPS in 4K (erano 30 FPS su Xbox One X), il che significa che il passaggio dai filmati in tempo reale al gameplay è incredibilmente fluido.

Un altro problema affrontato è la velocità, Microsoft vuole che il giocatore possa aprire e chiudere applicazioni con la massima velocità, e a partire da ciò hanno introdotto la Xbox Velocity Architecture.

Un sistema che integra hardware e software con l’obiettivo di offrire un’architettura complessivamente ottimizzata per il caricamento di asset in-game. Grazie a questo sistema, gli sviluppatori potranno avere accesso in maniera istantanea a 100 GB di asset in-game.

A tutto ciò si aggiungono la già presentata tecnologia Quick Resume di Xbox Series X e le potenzialità offerte dall’SSD. Quest’ultimo ridurrà i tempi di caricamento e renderà possibile sfruttare la prima per rievocare con un solo tasto sessioni di gioco da plurimi titoli. Questo sarà possibile anche dopo aver spento la console.

In ultimo andiamo ad analizzare un’altra novità che potrà toccare con mano il giocatore, ossia il controller che punta a migliorare l’ergonomia, ridurre la latenza e in generale facilitare l’utilizzo del controller.

La nuova croce direzionale è stata rinnovata ispirando proprio a quella utilizzata per il controller Elite, i bumper presentano una forma più arrotondata per ridurre lo spazio interno ai grilletti ottimizzando al tempo stesso l’impugnatura. Grilletti e bumper presentano una texture in rilievo per agevolare la pressione, evitando che il dito possa scivolare sulla superficie lucida, come accadeva in passato. Introdotto anche il tasto Share che permetterà di catturare e condividere con estrema semplicità immagini e video evitando di dover aprire un menu a schermo.

Il joypad supporta la Cross-Compatibilità e funzionerà non solo con Xbox Series X ma anche con PC, dispositivi Android, iOS e ovviamente Xbox One, One S e One X. Confermato il supporto alla tecnologia Bluetooth Low Energy per in basso consumo energetico e per facilitare il collegamento ai dispositivi, la porta USB-C è presente e permetterà di caricare rapidamente il controller.

Inoltre potete vedere un video che ci mostrerà dal vivo questa nuova console e tutte le caratteristiche tecniche che avremo su quest’ultima.

Ora non ci resta che attendere Natale 2020 per mettere le mani sulla nuova Xbox Series X.

Fonte: Xbox

Lascia un commento