August 23, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • DC Rinascita – La strada verso Superman #1 [Anteprima]

DC Rinascita – La strada verso Superman #1 [Anteprima]

  • di Luca Brindani
  • 11 Gennaio 2017
  • Comments Off

Il prossimo 14 dicembre sarà disponibile nelle edicole e fumetterie di tutta Italia Superman #1, primo quindicenale della Rinascita DC, che al prezzo di 3,75 € racchiude l’attesissimo Superman di Tomasi e Gleason, Action Comics e New Superman, che da febbraio si alternerà con Supergirl.

Andiamo dunque a scoprire di cosa trattano le testate contenute in questa serie quindicenale, partendo proprio da Superman di Peter Tomasi, Patrick GleasonDoug Mahnke e Jorge Jimenez.
Tomasi e Gleason, reduci dalla run di grande successo su Batman & Robin, si fiondano con incredibile slancio emotivo nel rilancio di Superman, portando aria vecchia -che mancava da molto tempo- e nuova alla testata ammiraglia dell’Uomo D’Acciaio. Il team creativo decide di concentrarsi sul semplice e sul familiare, dando a Supes una famiglia e quindi nuove responsabilità, ma ponendolo in un contesto che in un certo senso ormai gli è estraneo. Un’ottima testata che si propone vari obbiettivi e fin ora li porta a casa tutti benissimo. Il lato artistico è davvero ricchissimo, infatti troviamo l’alternanza di 3 disegnatori davvero straordinari, ovvero Patrick Gleason, Doug Mahnke e Jorge Jimenez.


Passiamo poi a Action Comics di Dan Jurgens, Patrick ZircherTyler Kirkham e Stephen Segovia, che in occasione del Rebirth riprende, negli Stati Uniti, la numerazione classica, quindi il numero che vi apprestate a leggere è il 957.
Questa è una testata “vecchia”, nata per quelli che cercando un certo tipo di Superman, d’altronde basta vedere lo scrittore, Jurgens, simbolo del periodo anni ’90 in DC Comics e tra gli autori della Morte di Superman, non risulta per nulla noiosa ma rispetto alla testata di Superman è proprio robetta. Però questa testata, come anche l’altra storica serie Detective Comics, risulta essere molto integrata con la trama principale di questo rilancio introdotta con il one-shot “Universo DC: Rinascita”. Potrebbe risultare più godibile se non fosse per un Patrick Zircher non in grandissima forma che si alterna con altri disegnatori che decisamente non sono molto adatti per una serie sul’Uomo D’Acciaio.


New Superman di Gene Luen YangViktor Bogdanovic è una di quelle serie su cui, al momento dell’annuncio, non avrei puntato un soldo e che invece è riuscita davvero a stupirmi.
Questa è sicuramente una delle sorprese più grandi del Rebirth, una testata divertente, che prende in giro molti clichè del mondo supereroistico trasportandoli in Cina, con supereroi Cinesi e un nuovo micro cosmo totalmente da scoprire. Un idea che sulla carta potrebbe far ridere e suonerebbe come una sorta di battuta tra amici, messa in pratica con grande maestria ed intelligenza, profondamente collegata con gli ultimi numeri di Superman e Action Comics del New 52. Una lettura ben più fresca e con una base artistica davvero interessante a differenza dell’altro comprimario, che sul lungo termine ci sta intrattenendo molto più di quello che ci potevamo aspettava. Questa testata da febbraio diventerà mensile ed andrà ad alternarsi, sempre all’interno dello spillato dedicato all’Uomo d’Acciaio, con Supergirl.


Infine abbiamo, per l’appunto, Supergirl di Steve Orlando, Emanuela LupacchinoBrian Ching, serie che, a partire dal mese di febbraio, andrà ad alternarsi con New Superman.
Questa testata a differenza di Green Arrow guarda molto alla serie tv, di conseguenza introduce elementi come il DEO, la famiglia Danvers e anche il lavoro di Kara presso Cat Grant. Si riserva, ovviamente, ad un target molto diverso rispetto a quelle delle testate che accompagna, risultando più teen-oriented, ma comunque godibile ed artisticamente interessante, con alle matite del primo numero una Emanuela Lupacchino che riesce a dare forza e agilità a una Supergirl che rientra in scena in maniera esplosiva e molto solare. Oltre che alla nostra Emanuela, le matite sono affidate ad un ottimo Brian Ching, che con uno stile fresco e cartoonoso riesce a rendere la serie adatta ad un ampia e variegata fascia di pubblico. Insomma una testata che si legge velocemente, divertente e moderna, che però non disdegna molti rimandi al passato e alla continuity di Krypton.


https://redcapes.it/special/guida-al-dc-rebirth/

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!