Apriamo la nostra sezione dei Board Games con uno dei titoli italiani presentati allo Spiel 2019, la fiera

di giochi più grande del mondo che si tiene ad Essen, e al Lucca Comics and Games 2019. Si tratta del roll and write Florenza Dice Game edito in Italia da GateOnGames. 

 

SCHEDA TECNICA

Titolo: Florenza Dice Game
Designer: Danilo Festa
Editore: GateOnGames, Post Scriptum, Placentia Games
Genere: Roll and Write
Numero Giocatori: 1-4
Durata: 30 – 90 minuti
Illustratori: Paolo Vallerga, Ivan Zoni

TRAMA

I giocatori rappresentano i capi delle più importanti famiglie della Firenze rinascimentale. Dovrete gestire al meglio le risorse, i fiorini e gli altri bonus ottenete coi dadi per avere, a fine partita, il rione più ricco di edifici e, soprattutto, di opere d’arte. Alla fine della partita, il giocatore che avrà ottenuto il maggior numero di punti prestigio sarà il vincitore e scriverà il suo nome nella storia.

COMPONENTI

  • 1 plancia Dadi
  • 1 blocco di fogli Rione (fronte)/Tabella edifici (Retro)
  • 6 dadi in 6 colori (bianco, marrone, grigio, verde, rosso, giallo)
  • 4 matite
  • 1 regolamento

CONSIDERAZIONI

Florenza Dice Game è un gioco ideato da Danilo Festa sulla base del board game Florenza di Stefano Groppi, che si colloca nel filone dei roll and write. Lo scopo è quello di gestire il risultato dei dadi per sviluppare al meglio il proprio Rione e guadagnare il più possibile punti prestigio. Durante i round ogni giocatore effettua in senso orario il turno da giocatore attivo, mentre gli altri saranno da considerarsi come giocatori passivi. Il giocatore attivo nel suo turno tirerà i dadi e ne sceglierà 3, per ogni dado potrà performare una delle azioni corrispondenti segnate sulla plancia, poi i giocatori passivi sceglieranno uno dei dadi scartati dal giocatore attivo e ne svolgeranno una della azioni corrispondenti. Sulla foglio ogni giocatore dovrà segnare quello che ha ottenuto dai dadi, gestendo al meglio le proprie risorse per costruire i vari palazzi disponibili. Il gioco prosegue in questo ordine fino al compimento dei round indicati dal numero di giocatori. La durata del gioco varia dal numero di giocatori, in 4 sarà di quattro round e mentre in 1 o 2 giocatori i round saranno 6.

La scelta dei dadi è fondamentale e va ragionata, sopratutto nelle prime partite quando ancora non si ha dimestichezza con tutte le varie parti del gioco, una scelta sbagliata potrebbe essere punitiva e rallentare la strategia che si stava impostando. Bisogna anche tenere conto della interazione tra i giocatori che c’è ma non è diretta, la scelta del dado infatti può essere fondamentale non solo per la propria crescita ma anche per rallentare un altro giocatore. Dopo svariate partite siamo in grado di affermare che la scalabilità dei giocatori è un altro punto di forza, il gioco funziona bene e non perde la sua natura ne in 2 ne soprattuto nella modalità giocatore singolo che, anzi, sorprende.

Florenza dice game non è il solito roll and write, ma per profondità e complessità riesce a farsi notare come una delle uscite più interessanti di questo autunno. Nonostante la meccanica basata sul lancio dei dadi possa ingannare il gioco non è sicuramente adatto a giocatori alle prime armi o a giocatori che cercano un party game. Le tante cose da seguire e la difficoltà sicuramente medio-alta potrebbero spaventare chi cerca qualcosa di leggero ma potrebbero, invece, appagare chi cerca un titolo impegnativo che sia compatto sia nelle dimensioni che nella durata.  

Lascia un commento