Ci sono periodi dell’anno che hanno i loro specifici film, diventati veri e propri cult, o forse addirittura tradizioni nel vero senso della parola: in determinati momenti è praticamente prassi guardare, da soli o in compagnia determinati titoli. E senza dilungarsi più di tanto, il periodo dell’anno pieno zeppo di film a tema è certamente il Natale. Ce ne sono di tutti i tipi, più o meno belli, più o meno iconici e famosi. E tra le pellicole più ricorrenti del periodo natalizio c’è certamente Mamma, Ho Perso l’Aereo, film del 1990 (trentuno anni fa, per rendere l’idea dell’iconicità del titolo) diretto da Chris Columbus che è entrato nei cuori di tutti. Chiunque, almeno una volta nella sua vita, ha assistito alla storia di Kevin, al viaggio strampalato dei McCallister, ai tentativi di Harry e Marv di acciuffare il bambino. Ancora più a fondo, chiunque ha in mente il povero Fuller al quale viene intimato di non bere bevande gassate, Buzz e la sua tarantola, o la sorella di Kevin dire al fratello “Tu sei quello che i francesi chiamano les incompétents”. Insomma, tanti piccoli dettagli di un film alla fine semplice che è però entrato letteralmente nei cuori di tutti. Per questo motivo quando Disney+ ha annunciato che nel 2021 sarebbe arrivata una nuova iterazione del film, in molti hanno storto il naso dal principio. Fondamentalmente perché non si sentiva il bisogno di un “nuovo” Mamma, Ho Perso l’Aereo. Il beneficio del dubbio però va dato a tutti quanti, compreso a questo nuovo Home Sweet Home Alone, che vede in cabina di regia Dan Mazer. Tra poster e trailer, a voler essere onesti, le premesse non erano già delle migliori. Sarà riuscito il film a ribaltare le aspettative?

Max (Archie Yates) fa parte di una famiglia che sta organizzando il viaggio di Natale a Tokyo. Sua madre Carol (Aisling Bea) cerca di raccapezzarsi nel caos generale e, di conseguenza, non riesce a prestare al figlio le attenzioni che lui vorrebbe. In tutto questo, Pam (Ellie Kemper) e Jeff (Rob Delaney) sono due genitori che si ritrovano in un momento di difficoltà economica. Quando però scoprono che una vecchia bambola in loro possesso vale centinaia di migliaia di dollari, pensano di aver risolto i loro problemi, ma all’improvviso il giocattolo è sparito. Sono fermamente convinti che a rubarlo sia stato Max, con il quale si incrociano brevemente. Il bambino, nel frattempo rimasto solo a casa perché dimenticato dalla famiglia il giorno della partenza, decide così di attuare il piano di difesa per resistere all’assalto criminale della disperata coppia.

Home Sweet Home AloneNo, Home Sweet Home Alone non ha assolutamente ribaltato e capovolto le aspettative che il pubblico aveva sul film ancor prima dell’uscita in streaming. In molti hanno pensato ad un film scialbo, con una trama che seguiva in maniera grossolana quella della pellicola con protagonista Macaulay Culkin senza però la stessa innocenza e la stessa genuinità che hanno fatto spiccare il film del 1990, ed effettivamente questa è una descrizione abbastanza accurata di questa nuova iterazione dell’originale Home Alone.

Non c’è una scena effettivamente divertente, non c’è una gag che riesca a strappare anche mezzo sorriso e quelle che funzionano leggermente di più sono palesemente un brutto tentativo di emulare altre scene del primo Mamma, Ho Perso l’Aereo. La sceneggiatura è solo un continuo aggiungere elementi narrativi per creare la situazione immediatamente successiva per mandare avanti la storia, il tutto condito con una voglia assolutamente eccessiva di voler rendere tutto family friendly. Solo che Mamma, Ho Perso l’Aereo già lo era, e quindi sembra assurdo andare a scardinare la struttura portante del film – e in generale del franchise – cancellando completamente le figure dei ladri in quanto tali, andando a sostituirli con una coppia disperata che però fa quel che fa “per una giusta causa”. Purtroppo, questa non è la lacuna più grave del film. Ciò che manca veramente in questo Home Sweet Home Alone è l’atmosfera del Natale, che nel film originale permeava ogni scena ed ogni momento: in questa pellicola invece vien detto che è Natale, ma il tutto non ha nessuna influenza nella storia e potrebbe benissimo essere una qualsiasi altra festività.

Nelle scene d’azione il film migliora leggermente, perché riesce a rendere un po’ più omaggio alle azioni di Kevin contro Harry e Marv, ma qui subentra poi la ridondanza nel vedere Max ricorrere più volte allo stesso stratagemma. Inoltre, già la comicità di Home Alone era un tipo di comicità slapstick portato all’estremo ma che funzionava molto bene nel 1990. Nel 2021, invece, si tratta di una tipologia di gag che difficilmente funzionano se non dosate a dovere e in questo film questo equilibrio assolutamente non c’è.

Infine, vale la pena spendere qualche parola su Max. Nonostante la trama ripercorra quasi pedissequamente gli eventi del film originale, con alcune modifiche dovute ad un processo di ammodernamento della narrazione, Max è un personaggio completamente differente dal Kevin di Macaulay Culkin. Il problema sorge quando però il ragazzino viene calato in situazioni che vogliono emulare quelle vissute da Kevin, risultando così fuori luogo in maniera esagerata: Max è un ragazzino maleducato, viziato e fastidioso, assolutamente non in linea con quello che era Kevin, ossia un semplice bambino bisognoso di attenzioni perché appunto piccolo. Kevin era silenzioso nel contesto familiare, con picchi di rumore solo quando veniva provocato, mentre Max è eccessivamente rumoroso.

Home Sweet Home AloneHome Sweet Home Alone è l’ennesimo frutto marcio di un’operazione nostalgia che anche questa volta ha fatto acqua. Il film non funziona praticamente in nessun aspetto, se non nella colonna sonora, poco natalizia a dire il vero, ma che in alcune scene comunque ricorda nel migliore dei modi l’originale Mamma, Ho Perso l’Aereo. Max è un personaggio che vorrebbe emulare Kevin, ma essendo totalmente diverso da quest’ultimo, il risultato è veramente scarso e fastidioso. Fortunatamente, il gran pregio di Home Sweet Home Alone è quello di uscire a metà novembre, quindi a Natale tutti quanti potranno vedere come sempre e senza problemi il classico Mamma, Ho Perso l’Aereo.


Home Sweet Home Alone è da oggi disponibile su Disney+. Ecco il trailer ufficiale del film:

RASSEGNA PANORAMICA
Home Sweet Home Alone - Mamma, Ho Perso l'Aereo
4.5
Articolo precedenteHow I Met Your Father – Rivelata la prima foto del cast
Articolo successivoGeist Maschine Vol. 1 – Il ritorno di LRNZ tra passato e futuro | Recensione
Il mio primo film visto al cinema è stato "Dinosauri" della Disney, il mio primo libro "La fabbrica di cioccolato" e il mio primo videogioco "Tip Top - Il mistero dei libri scomparsi". Nel 2002 mi sono innamorato di Spider-Man e nel 2008 del grande schermo, grazie a "Bastardi Senza Gloria". Parlerei per ore di cinema, serie tv e fumetti. Sto aspettando la quinta stagione di "Sherlock".

Lascia un commento