Mindhunter – Netflix e David Fincher potrebbero tornare al lavoro sulla serie dopo la sua interruzione

0
mindhunter

Come avvenuto per altre serie di Netflix, Mindhunter di David Fincher ha avuto un seguito appassionato nel corso delle sue due stagioni ma i suoi spettatori non erano abbastanza rispetto all’importanza che la critica affidava alla serie. Per questo motivo la terza stagione è stata interrotta a tempo indeterminato. Una recentissima voce afferma però che Fincher ha ripreso i colloqui con Netflix per andare avanti con una nuova stagione. Fincher dopo aver sviluppato Mank, nominato all’Oscar, ha permesso al regista di legarsi fortemente a Netflix, cosa che potrebbe essere d’aiuto per la realizzazione della nuova stagione.

Una delle fonti di Small Screen ha osservato che:

Le conversazioni tra Netflix e Fincher sono in corso. Stanno discutendo la possibilità di riportare lo show per una terza stagione“.

La fonte ha aggiunto:

Siamo ancora agli inizi, ma Fincher sembra ottimista riguardo al progetto“.

Come ogni fan di Fincher sa, i suoi impegni nei progetti spesso lo coinvolgono nella supervisione di ogni dettaglio produttivo, risultando un’esperienza immensamente dispendiosa in termini di tempo che potrebbe durare per anni. Oltre ad essere uno sforzo che richiede tempo, la qualità cinematografica della serie l’ha resa anche una produzione costosa. Con il suo basso numero di spettatori il grande problema è quello di non rientrare nei costi.

Uno degli ultimi aggiornamenti ufficiali di Fincher sulla serie è arrivato lo scorso novembre, in cui ha proprio indicato i costi di produzione come un ostacolo.

Non so se ha senso continuare“, ha condiviso Fincher con Variety. “Era uno spettacolo costoso. Aveva un pubblico molto appassionato, ma non abbiamo mai ottenuto i numeri che giustificassero il costo “.

Inizialmente, Fincher aveva scelto un nuovo regista per dirigere la seconda stagione della serie, ma quando le sceneggiature per la serie non erano all’altezza delle aspettative di Fincher, ha assunto un ruolo più pratico nell’impresa. Dato il soggetto raccapricciante, immergersi in questa oscurità inquietante ha anche avuto un impatto emotivo su Fincher.

Avevo sicuramente bisogno di un po ‘di tempo lontano“, ha sottolineato Fincher.

Fonte: ComicBook

Lascia un commento