October 15, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • [Recensione] Night Bus di Zuo Ma – Il mezzo di trasporto della fantasia

[Recensione] Night Bus di Zuo Ma – Il mezzo di trasporto della fantasia

  • di Gaspare Patti
  • Luglio 13, 2018
  • Comments Off
Night bus

Penso sia capitato a tutti durante un viaggio in auto, in autobus o in treno di sedersi, guardare il paesaggio e immergersi per un intervallo di tempo indecifrato in un mondo simile al sogno, ben lontano dalla realtà, ma di viverlo come se fosse reale. La sensazione del tempo che scorre non si sente, talmente si è immersi in un contesto generato dalla mente e della fantasia. E’ così che un semplice viaggio con un semplice mezzo di trasporto può portare a vivere anche delle esperienze mai provate prima, al confine tra il sogno e la realtà. Questo può essere in sintesi Night Bus, nuovo fumetto di Zuo Ma, terzo titolo inedito della Collana Cinese “宝” (“Bǎo”, ovvero Tesoro) della casa editrice Bao Publishing.

La protagonista è una normale ragazza che sta ritornando a casa da un lungo viaggio. Un caso fortuito la fa scendere alla fermata sbagliata e si ritrova a dover prendere l’autobus notturno per ritornare a casa. Inizia così un viaggio che la porterà a vivere esperienze reali e immaginarie lontane della sua vita ma allo stesso tempo talmente familiari da sembrare un continuo déjà vu e un continuo riaffiorare di ricordi del passato andati perduti.

Ed è in questo susseguirsi di ricordi reali e immaginari che il confine tra sogno e realtà diventa sempre più sottile fino a scomparire del tutto creando così nuove esperienze vissute dalla protagonista in mondi fantastici dove tutto è possibile grazie all’infinito potere dell’immaginazione.

L’immaginazione è sicuramente uno dei pregi dell’autore di questo fumetto il quale sfrutta il continuo alternarsi di scene reali e immaginarie per dare libero sfogo alla sua fantasia. Un tratto essenziale ma allo stesso tempo dettagliato di paesaggi e creature fantastiche che troviamo dall’inizio alla fine dell’opera. L’autore riesce a rappresentare quest’ultime in maniera impeccabile rendendo forte il contesto onirico in cui viene narrata gran parte della storia senza però eccedere mai lasciando quindi la sensazione di star vivendo realmente l’esperienza insieme a queste creature.

Night Bus non è un’opera da leggere spensieratamente perché necessità di attenzione altrimenti, come nel caso della protagonista, si rischia di perdersi nella profondità delle ambientazioni. Nessun dramma, non preoccupatevi. Male che vada avrete voglia di leggerlo nuovamente com’è capitato al sottoscritto.


Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!