Dopo un’attesa parecchia lunga ha debuttato finalmente Senza Rimorso, il nuovo action-thriller di Stefano Sollima, basato sul libro omonimo di Tom Clancy con protagonista Michael B. Jordan. La pellicola è solo l’ultima di una lunga serie di esclusive di Amazon Prime Video che saltano la sala e arrivano sulla piattaforma, noi abbiamo potuto vederla in anteprima, ecco cosa ne pensiamo!

La pellicola, scritta da Taylor Sheridan (Hell or High Water, Wind River) e Will Staples, è un vero e proprio spin-off della saga di Jack Ryan. Tuttavia, ancora non è chiaro se il progetto è legato ai film cinematografici o alla serie tv disponibile proprio su Prime Video, ma non segue nessun personaggio principale del franchise seppur ne mantenga dei riferimenti. Tra questi abbiamo la presenza di Karen Greer, nipote di Jim Greer, interpretato nei film classici da James Earl Jones e nella serie tv di Amazon da Wendell Pierce. La pellicola avrà anche un seguito già confermato, dal titolo Rainbow Six, nome dell’unità che vede John come capo. Intanto, in attesa di sapere altre informazioni su questo progetto e come si inserirà nel rinnovato franchise di Tom Clancy, analizziamo meglio questa pellicola.

La pellicola segue John Kelly (Michael B. Jordan) che, dopo una missione con la sua unità Navy Seal in Siria, torna a casa e si ritrova coinvolto in una vendetta per mano di alcuni militari russi. Kelly, a seguito della morte dei suoi compagni e della sua famiglia farà un accordo con il Segretario della Difesa Clay (Guy Pearce) e insieme al suo ex comandante Karen Greer (Jodie Turner-Smith) e l’agente della CIA Ritter (Jamie Bell) andrà in missione per scoprire la verità dietro ad un attacco terroristico imminente, prevenire una guerra e vendicarsi.

Parlare di Senza Rimorso senza fare spoiler in molti istanti è davvero difficile, proprio perché siamo di fronte ad un classico action-thriller sia nella struttura che nella caratterizzazione dei personaggi. Anche i risvolti politici sono un marchio di fabbrica di questo tipo di film, ma sono proprio tutti questi elementi ormai consolidati che lo fanno funzionare e ci permettono di godere di un’azione dirompente ed un fantastico Navy seal. Sheridan e Staples non cercano il twist a tutti i costi, preferiscono raccontare una storia che possa essere seguita da tutti, non cercano di inserire colpi di scena improbabili, e che risulterebbero anche inefficaci, dato che già dalla lista del cast è facilmente intuibile non solo la direzione della pellicola, ma in generale cosa bolla in pentola.

La pellicola, nella sua semplice scrittura, cattura lo spettatore, che sa cosa aspettarsi e quindi si gode nella sua poltrona la dirompente azione che invece è il piatto principale di qualsiasi action-thriller che si rispetti. Inoltre, la sceneggiatura si regge interamente sul personaggio di John Kelly, interpretato da un credibilissimo ed inarrestabile Michael B. Jordan, personaggio che anche grazie alla messa in scena ci dà nuovamente la conferma che Tom Clancy sia un pozzo di idee meravigliose per il cinema. A dare valore aggiunto poi alla pellicola è Stefano Sollima: il regista dimostra ancora una volta come sia effettivamente nato per raccontare queste storie; da Suburra a Soldado, il marchio di fabbrica di Sollima sembra sempre quello dirigere stoici attori in una guerra contro tutto e tutti. Quello che infatti, caratterizza questo film molto più di qualsiasi parola o prova d’attore sono le lunghe scene d’azione che il regista magistralmente tiene in pugno in ogni istante. Si passa da inseguimenti in auto ad un assedio in terra straniera e sono tutte scene realizzate magistralmente. Tutte queste situazioni diverse mettono alla prova sia il regista che il protagonista, che si trova sempre vicino alla morte e l’abilità della macchina da presa sta proprio nel riuscire a far sentire palpabile la tensione e dare allo spettatore la sensazione che il personaggio possa morire da un momento all’altro. A Sollima, tra l’altro, è capitato già in passato di eliminare malamente il suo protagonista, dunque tutto sembra possibile arrivati ad un determinato momento.

Approfondendo invece l’altro grande elemento di Senza Rimorso, John Kelly, si può notare come il personaggio di Michael B. Jordan venga sin dall’inizio caratterizzato come un uomo stoico, che riesce a mantenere la calma in ogni situazione oltre che leale e pieno di risorse. La prima lunga scena d’azione che vediamo caratterizza John molto di più di quanto avrebbe potuto fare una trama articolata e quindi quando arriva il momento emozionale lo spettatore sa già come John reagirà e, di conseguenza, cosa si dovranno aspettare i cattivi da lì in poi. John è il soldato che ha perso tutto: dopo aver dato per anni la sua vita al suo Paese, si è trovato ad essere un anello sacrificale per qualcosa che non ha più interesse a perseguire, cioè la guerra. Negli istanti successivi alla sua presentazione, il protagonista sta cambiando vita, ma viene poi inghiottito di nuovo da quel turbine di dolore. Pochi istanti dopo il Capo Scelto si trova nuovamente immerso in quel mondo con cui credeva di aver chiuso, ma stavolta con nulla da perdere ed una lucidità tale che gli permetterà di capire in anticipo le mosse del nemico e prendere decisioni difficili per gli altri. Questo è John Kelly, l’uomo da chiamare quando tutte le alternative hanno fallito, perché è l’uomo che non può dare più altro se non tutto sé stesso alla causa.

Senza rimorsoSenza Rimorso è un perfetto action-thriller e rispetta tutti gli stilemi delle pellicole di questo genere. Il film di Sheridan e Sollima presenta un inarrestabile protagonista come Michael B. Jordan, un nemico del vecchio blocco sovietico ed una fantomatica guerra che si starebbe approntando nel dietro le quinte. Così come in altri lavori di Tom Clancy, sono presenti solo tecnologie, per quanto hi-tech, già in uso o di prossimo utilizzo nell’esercito e così anche in generale l’azione si muove in un contesto socio-politico aggiornato, nonostante siano presenti evidenti riferimenti a vecchie sceneggiature che rappresentavano un mondo diverso, come il ruolo che la Russia ha nella pellicola. Il film sicuramente può essere apprezzato dai fan di Clancy, ma anche degli action-thriller in generale sia perché può contare su una sceneggiatura pulita e clinica ed una prova d’attore, quella di Michael B. Jordan, che ha una grande presa sul pubblico e con scene d’azione magistralmente dirette da Sollima. In definitiva, se avete apprezzato film come quelli di Taylor Sheridan o i precedenti film del franchise di Jack Ryan o anche solo la serie tv con protagonista John Krasinski, questo Senza Rimorso fa sicuramente per voi.


Senza Rimorso sarà disponibile su Amazon Prime Video a partire dal 30 aprile. Di seguito, il trailer ufficiale del film:

RASSEGNA PANORAMICA
Senza Rimorso
8
Articolo precedenteLuca – Rilasciato il nuovo trailer del film Disney Pixar
Articolo successivoDC FanDome – La convention sul mondo DC tornerà a ottobre 2021
Sono Luca, fin da piccolo mi sono interessato ai fumetti e successivamente alle serie tv, quando mi è stata data la possibilità di parlare delle mie passioni mi sono ficcato in questo progetto. PS: Ryan Ottley mi ha chiamato Tyrion non ricordandosi il mio nome.

Lascia un commento