Sophie Turner e Jessica Chastain non vogliono lavorare in Stati con leggi anti-aborto

0
Sophie Turner

Le celebri attrici Sophie Turner e Jessica Chastain si sono unite al nutrito gruppo di artisti che si sta schierando contro le proposte di leggi contro l’aborto in alcuni stati degli Stati Uniti d’America.

In questi giorni si è parlato molto della questione, con Netflix e Disney in prima linea contro le proposte di legge anti aborto nello stato della Georgia.

Ora, le due attrici protagoniste di X-Men Dark Phoenix hanno dichiarato di aver firmato una lettera che sta girando nell’ambiente di Hollywood, in cui gli artisti si schierano contro le suddette leggi, dichiarando di non voler prendere parte a produzioni negli stessi Stati.

Al momento, in sei stati dell’unione statunitense sono state approvate le leggi contro l’aborto, anche se ancora non hanno effetto reale.

Jessica Chastain ha dichiarato a Sky News:

Ho firmato questa lettera per affermare che non lavorerò in nessuno stato che nega diritti alle donne, alla comunità LGBTQ, a chiunque. Non voglio lavorare in uno Stato che discrimina.

Sophie Turner ha invece aggiunto:

Devo ancora dire ai miei agenti che ho firmato questa lettera. Sicuramente reagiranno come per dire “Cosa? Non puoi lavorare in quegli Stati?” Esatto, non posso lavorare in questi Stati

La questione è attualmente sulla bocca di tutti, con l’opinione divisa tra chi sostiene che compagnie ed attori “non dovrebbero fare politica” (anche se non si tratta di politica, nè di ricatti, come qualcuno ha voluto affermare) e chi sostiene appieno la scelta di Netflix, Disney e degli attori, uniti contro leggi che riportano i diritti delle persone indietro di decenni, se non peggio.

Ora tocca aspettare per capire se gli stati che hanno approvato le suddette leggi verranno autorizzati ad applicarle, e come il mondo dello spettacolo reagirà.

Fonte: CBSNews