Un anno fa arrivava su Netflix la seconda stagione di Come vendere droga online (in fretta), che confermava quanto già di buono e di estremamente fresco avevano fatto i primi sei episodi dello show prodotto in Germania. Da oggi è disponibile in streaming la terza stagione della storia di Moritz, Lenny, Dan e MyDrugs, il sito nato dalla ricerca che dà il nome alla serie. La formula è sempre la stessa, ma questa volta la posta in palio era ben più alta: il finale esplosivo, in senso quasi letterale, dell’ultimo capitolo aveva lasciato la trama assolutamente sospesa e c’erano tantissime domande attorno alla sorte di MyDrugs, Moritz e, soprattutto, il suo rapporto con gli olandesi di Rotterdam.

MyDrugs non c’è più. Dopo i dissapori di Moritz (Maximilian Mundt) con Lenny (Danilo Kampederis), Dan (Damian Hardung) e Kira (Lena Urzendowsky), proprio Lennard ha deciso di sfruttare una backdoor che aveva inserito nel codice di programmazione per distruggere il sito. Moritz ha cercato di coprire la cosa con gli olandesi, dicendo di aver in mente un rilancio completo: MyDrugs 2.0. Il ragazzo, tuttavia, non riesce a completare il nuovo sito e Lenny e Dan non hanno nessuna intenzione di aiutarlo. I tre si ritroveranno a collaborare nuovamente quando la situazione si farà nuovamente pericolosa e la gente di Rotterdam cercherà di prendere il sopravvento. Moritz così dovrà escogitare un piano perfetto per archiviare definitivamente tutti i problemi e in tutto questo la sua unica valvola di sfogo è sempre Lisa (Anna Lena Klenke), la persona di cui si fida di più in assoluto. La polizia, però, inizia a trovare la quadra e finirà proprio sulle tracce di M1000.

Questa terza stagione di Come vendere droga online (in fretta) aveva ambizioni molto alte, perché le parti che confluiscono nella storia, in questo capitolo, sono veramente tante e ci sono tantissimi cambi di direzione imprevedibili tanto per gli spettatori quanto per i fan. La serie riesce ad essere all’altezza della carne messa al fuoco, ma probabilmente viene fatto un piccolissimo passo indietro rispetto alla seconda stagione che, ad oggi, delle tre è la migliore. Sia chiaro, i sei nuovi episodi sono assolutamente ottimi, ma lo show di Philipp Käßbohrer e Matthias Murmann si perde un po’ nel finale: si parla assolutamente di un buon finale, che lascia anche un eventuale aggancio per una prossima stagione, ma probabilmente il rush è stato troppo frenetico e qualche spettatore potrebbe ritrovarsi un po’ confuso nel rapidissimo susseguirsi di eventi.

A livello registico, il tono e lo stile dello show è sempre lo stesso e i fan non potranno che essere contenti: quello che si voleva da questi nuovi episodi era esattamente un more of the same. Riferimenti alla cultura pop, dialoghi taglienti, montaggi splendidi per gli occhi, trovate di regia geniali e una serie di relazioni interpersonali assolutamente fuori di testa ma, allo stesso tempo, assurdamente grounded, se ci si mette nei panni di ragazzi della stessa età dei protagonisti. Ancora una volta, tutto questo è dosato nel migliore dei modi, senza risultare mai, e veramente mai, eccessivo, fuori luogo o un semplice specchietto per le allodole messo lì giusto per catturare l’attenzione del pubblico. I personaggi di Come vendere droga online (in fretta) sono giovani e sono giovani di questi anni. Si comportano come tali, arrivano in maniera perfetta al pubblico di riferimento. Nelle loro incertezze, nelle loro convinzioni, nei loro ragionamenti, nel loro essere convinti di avere il mondo in mano per poi non avere nessuna aspettativa per il futuro l’attimo successivo.

Il merito di tutto questo va assolutamente ad una sceneggiatura che si può definire in un solo modo: studiata. Quando si parla di questa serie si parla spesso della freschezza e delle innovazioni che ha introdotto, non avendo paura ad osare. Ma va specificato che non si tratta di qualcosa di scontato. Chi ha lavorato allo show conosce bene i personaggi che vivono la storia perché certamente conosce il mondo dei giovani che sono il target del prodotto. Quante volte si sono visti film e serie tv in cui mettere in scena gli adolescenti voleva dire unicamente inserire a caso discorsi su videogiochi, riferimenti fuori luogo alla cultura pop, scritte al neon su schermo e magari anche qualche riferimento alla vita amorosa sempre incerta in quegli anni? E quante volte, giustamente, gli stessi giovani si sono lamentati di questa rappresentazione altamente stereotipata? Ebbene, Come vendere droga online (in fretta), soprattutto con questa terza stagione, prende tutti questi elementi e li utilizza in maniera sapiente, unendoli ad una messa in scena veramente sopraffina, che alla fine determina la confezione di un prodotto che, ancora una volta, per la terza volta su tre, è di qualità.

A completare questo quadro estremamente divertente e coinvolgente ci sono i personaggi e gli attori. La maggior parte del cast è alle prese con le proprie controparti per la terza volta, e si nota più che mai il feeling attore-personaggio. Moritz ormai non è più una macchietta, anzi. Il ragazzo è sperso in un mondo decisamente, assolutamente più grande di lui e nel quale era entrato in compagnia del suo migliore amico e si ritrova adesso solo, in mezzo agli squali. Maximilian Mundt condensa con gli sguardi e soprattutto i sorrisi (perlopiù nervosi) l’irrequietezza di Moritz, che vuole restare a galla in questo mare ma sembra che ogni movimento che faccia lo tiri sempre più verso il basso. Adrenalinico, spaventato, inconsapevole, bugiardo e disperato, ma anche speranzoso e bisognoso di cure. Questo e tanto altro è il Moritz di questo terzo atto della serie, e Maximilian Mundt è bravissimo in ciascuno di questi aspetti del suo personaggio. Assolutamente matura la prova di Danilo Kampederis, il cui Lenny è sicuramente il personaggio più drammatico, visto il suo status di malato terminale. L’attore è bravo ad alternare e modificare la sua prova attoriale tra momenti più seriosi e altri in cui dev’essere più spensierato, lasciando sempre trasparire una preoccupazione di fondo per la sua malattia, il suo futuro e la voglia di trovare una soluzione per restare in vita. Buona anche la prova di Damian Hardung: Dan è probabilmente il personaggio con l’arco narrativo più interessante di tutti, perché passa dall’essere presentato come il classico belloccio che gira tra i corridoi della scuola e che non bada ad altro se non a sé stesso al diventare una persona che tiene veramente ai suoi amici e che per loro farebbe di tutto, anche vendere il suo corpo su note piattaforme online a pagamento (a proposito di riferimenti a ciò che va di moda oggigiorno sul web). L’attore è splendido sia con un Dan che con l’altro: osservando in toto il percorso del ragazzo, è possibile notare come anche la prova di Damian Hardung sia cambiata e adattatasi, in maniera perfetta, al personaggio. Un po’ più sacrificata in questi nuovi episodi la Lisa di Anna Lena Klenke, il cui arco narrativo prende una piega veramente particolare e decisamente inaspettata. Non che sia un male, ma l’impressione è che si sia “sacrificato” un personaggio unicamente per ricollegarsi ad un determinato elemento della serie. L’attrice è comunque brava in tutte le sue scene e quando condivide il set con Maximilian Mundt c’è sempre la solita chimica. Nulla da segnalare in particolare per Lena Urzendowsky, perché la sua Kira sembrava potesse avere un ruolo più importante, invece anche stavolta resta un personaggio di contorno. Non male e sopra le righe nel modo giusto la prova di Leonie Wasselow: la sua Fritzi è uno di quei personaggi che contribuisce al caos generale del finale, ma negli ultimi due episodi l’attrice riesce a rubare la scena quasi a tutti quanti,

La terza stagione di Come vendere droga online (in fretta) aveva l’arduo compito di proseguire a narrare gli eventi densi e fuori di testa della seconda e lo show riesce nel suo compito, pur zoppicando in alcuni momenti. Nonostante queste sbavature, che non sono nulla di assolutamente grave ma è giusto comunque segnalarle, la serie scorre con la solita leggerezza e con una facilità impressionante, tant’è che anche questa volta sei episodi risultano veramente pochi per chi è appassionato alla storia di Moritz, Lenny, Dan e MyDrugs. Il finale di stagione risulta forse eccessivamente caotico, ma in questo caso veramente è più importante guardare il percorso generale fatto da tutti i personaggi, che come per il nuovo sito per vendere droga online (ovviamente, in fretta) sono nella loro versione 2.0 ed è incredibile come questa metamorfosi sia stata resa in maniera assolutamente perfetta da una produzione attentissima al dettaglio e dedita al massimo nella rappresentazione più veritiera e leale possibile degli adolescenti, nonché pubblico di riferimento. La terza stagione di Come vendere droga online (in fretta), seppur con alcuni passi falsi, è un grosso sì. Per la terza volta consecutiva.


I nuovi episodi di Come vendere droga online (in fretta) sono disponibili da oggi su Netflix. Di seguito il trailer ufficiale della serie:

RASSEGNA PANORAMICA
Come vendere droga online (in fretta): Stagione 3
7.5
Articolo precedenteBeastars: Stagione 2 – Un’infinità di punti di vista | Recensione
Articolo successivoLe nuove uscite Netflix, Amazon Prime Video e Disney+ di questa settimana (26 luglio – 1° Agosto 2021)
Il mio primo film visto al cinema è stato "Dinosauri" della Disney, il mio primo libro "La fabbrica di cioccolato" e il mio primo videogioco "Tip Top - Il mistero dei libri scomparsi". Nel 2002 mi sono innamorato di Spider-Man e nel 2008 del grande schermo, grazie a "Bastardi Senza Gloria". Parlerei per ore di cinema, serie tv e fumetti. Sto aspettando la quinta stagione di "Sherlock".

Lascia un commento