Disney non riassumerà James Gunn per il terzo Guardiani della Galassia

0

Mentre i fan Marvel e molti attori sperano di rivedere James Gunn alla regia di Guardiani della Galassia Vol.3, Walt Disney Company non è dello stesso avviso.
Una notizia che avevamo riportato ieri indicava che Disney era intenzionata a reintegrare James Gunn dopo il licenziamento per alcuni vecchi tweet di cattivo gusto.

“Il sentimento è che sia Disney che Marvel ritengono che questi scherzi su pedofilia e stupro sono inaccettabili nell’era del movimento MeToo e non sono in linea con l’immagine che ha Disney con le famiglie.”

Questa dichiarazione arriva dopo un rumor che vedeva la Disney pronta ad un incontro con Gunn per riportarlo alla regia di Guardiani della Galassia Vol.3, sopratutto anche in seguito alla lettera aperta del cast del film.

Supportiamo pienamente James Gunn. Siamo stati tutti scioccati la scorsa settimana dal suo licenziamento e abbiamo intenzionalmente atteso 10 giorni per rispondere in modo da pensare, pregare, ascoltare e discutere. In quel tempo, siamo stati incoraggiati dal supporto che arrivava dai fan e dai membri dei media e scoraggiati da quelli che hanno creduto alle folle teorie sul suo conto, dunque vorremmo rivedere James come regista di Guardiani della Galassia Vol.3. Essere in Guardiani della galassia è stato un grande onore per tutti noi. Non possiamo far passare questo momento senza esprimere il nostro amore, il nostro supporto e gratitudine per James. Non siamo qui a difendere le sue battute di anni fa ma difendere la persona con cui abbiamo passato questi anni sul set di Vol.1 e Vol.2. La persona che è stata nel momento del suo licenziamento non è stata altro che la persona che si è mostrata ogni giorno sul set e le sue scuse di ora e di un tempo, rimarcano questi tratti, crediamo vengano dal suo cuore, un cuore che conosciamo e amiamo. Nel castare ognuno di noi, per raccontare la storia dei fuorilegge che trovano redenzione, ha cambiato le nostre vite per sempre. Pensiamo che il tema della redenzione non sia mai stato più rilevante che mai come in questo momento. Ognuno di noi guarda al futuro e alla possibilità di lavorare di nuovo con James. La sua storia non è ancora finita, nemmeno per un accidente. C’è da processare molto nell’opinione pubblica. James non è certamente l’ultima brava persona ad essere messa sotto processo. Data la divisione politica del nostro paese, è assumibile che la cosa continuerà, speriamo che gli Americani di ogni partito politico la smettano di continuare a martoriare il cadavere del personaggio pubblico e la smettano con questa mentalità da branco. Speriamo che questo serva come esempio per tutti, in modo che realizzino l’enorme responsabilità che abbiamo verso noi stessi e gli altri nell’uso delle parole che scriviamo sugli strumenti digitali, dobbiamo insegnarlo ora che viviamo nell’epoca digitale; Che noi come società possiamo imparare da questa esperienza e che nel prossimo futuro ci penseremo due volte prima di decidere cosa vogliamo esprimere e nel fare ciò imparare come comunicare senza ferire nessuno. Grazie per esservi presi il tempo di leggere le nostre parole.

Il film dunque rimane senza regista e sceneggiatore e mentre le riprese sono ancora previste nel 2019 per un rilascio nel 2020, è improbabile che Disney pur di procedere mantenga anche lo script del regista con cui vuole tagliare qualsiasi tipo di ponte.
Guardians of the Galaxy Vol. 3 è previsto tutt’ora per il 2020.