October 18, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
fumetti

I 25 Migliori Fumetti del 2018 | Speciale

  • di Redazione
  • Dicembre 30, 2018
  • Comments Off

Multiforce

Edito da Hollow Press

Dopo oltre 10 anni di attesa, nel 2018 è finalmente stato pubblicato uno dei fumetti underground più influenti dell’ultimo decennio, Multiforce di Mat Brinkman. Il volume, edito da Hollow Press, racchiude tutti gli episodi della serie pubblicati da Brinkman tra la fine degli anni ‘90 e il 2005. Non è affatto facile delineare una trama di Multiforce, in quanto la narrazione che ci viene presentata è tutt’altro che ordinaria e fuori dagli schemi, ma ci proveremo. Le vicende, ambientate nella oscura e labirintica Citadel City, vede come protagonisti giganti, mostri e creature deformate, che si troveranno ad incontrarsi, scontrarsi e confrontarsi in un bizzarro susseguirsi di interazioni. Per quanto surreale e disturbante, la storia di Brinkman punta a sperimentare, innovare e rinnovare se stessa e, per quanto bizzarra possa sembrare al primo impatto, è profondamente legata alla tradizione del fumetto, soprattutto alle strisce domenicali, come anche al fumetto underground Statunitense, di cui è principe. In definitiva, Multiforce è un weird comics dalle tinte oniriche, un pietra miliare del fumetto underground da leggere almeno una volta nella vita.

Perso nel Bosco

Edito da Eris Edizioni

Progetto Stigma ha fatto parlare parecchio di sé quest’anno, in particolare con “Perso nel bosco” di Dario Panzieri. Un uomo in un costume mal confezionato si aggira smarrito all’interno di un bosco ricco di alberi spogli. Lo smarrimento non è però solo a livello fisico ma sopratutto metaforico. Prigioniero di una gabbia di ricordi e sensi di colpa, assistiamo alla caduta di un uomo ormai ridotto ad un riflesso grottesco e scomposto dell’icona che tutti conosciamo. Panzieri ci regala un viaggio inquietante e vorticoso nel subconscio di questo personaggio in cerca di espiazione. Un viaggio artisticamente impressionante, in cui l’autore da il meglio di sé realizzando tavole che vi lasceranno a bocca aperta.

Sabrina

Edito da Coconino Press

Secondo graphic novel di Nick Drnaso, dopo il folgorante esordio di BeverlySabrina è una delle graphic novel più interessanti e importanti di questo 2018. Il fumetto, edito nel nostro paese da Coconino Press, è infatti entrato tra i finalisti del Man Booker Prize, il più prestigioso premio letterario anglosassone, e sottolineiamo letterario. Ambientato in Colorado, la storia ruota attorno alla misteriosa scomparsa di una ragazza, Sabrina, concentrandosi soprattutto sull’impatto mediatico che questa scomparsa genera. Il web esplode, vomitando le più disparate fake news e teorie del complotto, mentre i media puntano tutto sulla spettacolarizzazione del dolore. Tutto questo in contrasto con le conseguenze che la scomparsa della ragazza provoca nelle vite delle persone a lei più care, ovvero la sorella Sandra, il fidanzato Teddy, e l’amico Calvin. Il fumetto pone la propria attenzione sulle paranoie dell’America di oggi, parlando di fake news e teorie cospirazioniste, ma soprattutto delle conseguenze che tutto questo comporta per le vite ordinarie delle persone comuni, congelate nella loro solitudine davanti allo schermo di un computer. Il fumetto dallo stile minimalista, come minimalisti sono i dialoghi, ritratto di un’America smarrita, pervasa da costanti tensioni, in cui la violenza è sempre dietro ad un angolo.

Salvezza

Edito da Feltrinelli Comics

Il periodo storico che ci troviamo a vivere è quanto mai controverso e discusso, anche per via del problema dell’immigrazione che il nostro paese sta affrontando. E nemmeno il fumetto è stato esente dal raccontare questo dramma, grazie all’esperienza che Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso hanno deciso di raccontare: imbarcatisi sulla nave Aquarius, i due hanno lavorato a fianco dei volontari, soccorso i naufraghi, documentando tutto e pubblicandolo in Salvezza. Gli autori hanno realizzato un reportage vero, crudo, raccogliendo non solo la loro esperienza, ma anche raccontando di chi si fa carico delle vite altrui, e anche di chi, per disperazione, si ritrova a dover fuggire dalla guerra e dalla povertà, mettendosi anche in mano di gente senza scrupoli. Un libro necessario, reso ancora più vivo dai suoi disegni semplici, e che, in particolare in tutti gli sguardi, si riconferma vivo e pulsante. Interessante anche la scelta di evidenziare quasi esclusivamente il colore arancione, che spesso evidenzia elementi importanti: un salvagente, l’Aquarius, una matita.

Senzombra

senzombra

Edito da Bao Publishing

Tra le tante pubblicazioni uscite nell’anno passato, non si poteva dimenticare anche Senzombra, un piccolo gioiello nato da Michele Monteleone e Marco Matrone. Strizzando l’occhio ai lettori più giovani, la storia è calata in un mondo molto simile al nostro… ma pieno di mostri! A difendere gli esseri umani comuni ci sono i Senzombra, guerrieri orfani che vengono reclutati con la promessa, una volta raccolte delle gemme, di vedere esaudito un proprio desiderio. Esattamente come Tristan, ragazzino dal passato traumatico e promettente cacciatore di mostri. Tra creature, armi, incantesimi e carte magiche, i due autori strizzano molto l’occhio agli shonen manga più classici, costruendo un mondo in cui sia i lettori più giovani sia quelli che giovani lo sono ancora dentro, possono ritrovarsi.

Potrebbe interessarti anche: Senzombra di Michele Monteleone e Marco Matrone | Recensione


Scopri anche le altre nostre classifiche di fine anno:

Pages: 1 2 3 4 5 6 7
Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!