August 23, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • L’ex manager di Stan Lee sotto inchiesta per maltrattamenti e abusi su anziano

L’ex manager di Stan Lee sotto inchiesta per maltrattamenti e abusi su anziano

  • di Andrea Barone
  • 15 Maggio 2019
  • Comments Off
Stan Lee

Keya Morgan, ex manager del compianto Stan Lee, collaboratore e business manager della leggenda dei comics, è stato accusato da un tribunale di Los Angeles di maltrattamenti ed abusi nei confronti dell’ex creatore ed editore Marvel, morto lo scorso novembre all’età di 95 anni.

Su Morgan pendono cinque capi di imputazione, tra cui abuso su anziano, sequestro di persona, frode e contraffazione: le indagini sull’ex collaboratore vanno avanti dallo scorso giugno, quando Morgan era stato allontanato dalla famiglia di Stan Lee, che lo accusava di aver plagiato l’anziano scrittore per ottenere il controllo della casa di quest’ultimo ad Hollywood, e per aver assunto delle guardie private con lo scopo di tenere lontani i familiari.

Keya Morgan, 42 anni, dalla morte della moglie di Stan Lee, avvenuta nel 2017, era diventato il principale collaboratore dello scrittore: nel 2018, è iniziata la serie di accuse mosse principalmente dalla figlia di Stan, che ha accusato più volte il collaboratore di star manipolando per i propri scopi l’anziano scrittore. Morgan, dal canto suo, ha sempre descritto le azioni di Joan Lee come “una caccia alle streghe”.

Tra le varie vicende incriminate si può annoverare sicuramente lo sfruttamento dell’anziano scrittore, costretto, fino a pochi mesi prima della dipartita, a sessioni prolungate e faticose di firma di autografi: una vicenda che si è conclusa con un periodo di totale lontananza dagli eventi per Stan Lee.

Morgan ha oltretutto un precedente: nel giugno 2018 è stato infatti arrestato per falsa testimonianza, avendo dichiarato che due uomini armati fossero entrati nella proprietà di Stan Lee: la vicenda era in realtà un controllo di sicurezza da parte dei Los Angeles County Adult Protective Services, i servizi sociali per la protezione degli anziani, accompagnati da due poliziotti del LAPD.

Ora su Morgan pende anche un mandato d’arresto per i cinque capi d’accusa, per i quali andrà molto probabilmente a processo. Decisamente un brutto epilogo legato alla vita di uno dei più influenti creatori di comics della storia.

Fonte: CBR

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!