Loki – I titoli di coda potrebbero aver svelato l’identità del vero villain della serie

0
Loki

[SPOILER ALERT: L’articolo che segue contiene spoiler sulla seconda puntata di Loki intitolata “La Variante”. Consigliamo dunque la lettura solo a chi ha già visto l’episodio.]

La seconda puntata della serie Marvel Studios Loki, disponibile da ieri su Disney+, si è conclusa la rivelando il volto della Variante di Loki che sta minando il corretto flusso temporale della Sacra Linea Temporale.

Dopo aver scoperto che la Variante si nasconde nelle apocalissi, Loki, Mobius e un manipolo di Minutemen della TVA si recano nel 2050 in un supermercato Roxxcart di Haven Hills, in Alabama, città che sta per essere spazzata via da un uragano. Loki si scontrerà con alcune persone impossessate dalla variante prima di trovarsi faccia a faccia con la variante stessa. A questo punto la misteriosa figura incappucciata si rivela a Loki: la variante è una donna bionda interpretata da Sophia Di Martino (Flowers, Yesterday).

Nonostante la variante apparsa nella serie non somigli molto alla controparte cartacea, sin dalle prime immagini trapelate dal set, tutti hanno associato il personaggio di Sophia Di Martino a Lady Loki. I titoli di coda, nella sezione dedicata al doppiaggio in lingua castigliana, potrebbero però aver rivelato la vera identità del personaggio. Infatti, invece che riportare la dicitura “Variante” associata al personaggio della Di Martino, nella scheda dedicata alla lingua castigliana la variante viene chiamata con il nome Sylvie. Questo nome però non si lega -direttamente- a una delle identità del Dio dell’Inganno, bensì ad un altro personaggio Marvel, ovvero Sylvie Lushton, seconda incarnazione dell’Incantatrice, creata nel 2009 da Paul Cornell e Mark Brooks nelle pagine di Dark Reign: Young Avengers #1.

Il personaggio è stato introdotto nei fumetti Marvel nel periodo in cui Asgard si trovava Oklahoma. Sylvie Lushton viveva nella vicina città di Broxton e una mattina si svegliò con dei poteri magici simili a quelli della nota strega Asgardiana Incantatrice. Dopo aver scoperto questo dono, Sylvie si trasferirà a New York sperando di diventare un supereroe e unirsi agli Avengers. Successivamente si scoprì che i poteri di Sylvie erano un dono di Loki, il Dio dell’Inganno aveva donato i poteri alla giovane per sfruttarla per i suoi piani. Dopo essere stata scartata dai Giovani Vendicatori, Sylvia si unisce agli Young Masters e in seguito iniziò ad allearsi e guidare i supercriminali. Nella sua ultima apparizione Sylvie è stata bandita dall’Incantatrice originale, l’Asgardiana Amora, per aver osato di spacciarsi per lei.

Il personaggio è dunque legato a Loki, ora non ci resta che capire come e se questa cosa andrà a ripercuotersi sulla serie di Disney+. Una delle varianti Loki ha donato i poteri a Sylvie per sfruttarla come pedina per il suo piano? Sylvie sarà semplicemente il nome di Lady Loki? Oppure si è trattato solo di un refuso presente nei titoli di coda?


Loki segue le vicende del dio dell’Inganno quando esce dall’ombra di suo fratello, in una nuova serie che si svolge dopo gli eventi di Avengers: Endgame. Tom Hiddleston torna nei panni del protagonista, insieme a Owen Wilson, Gugu Mbatha-Raw, Sophia Di Martino, Wunmi Mosaku e Richard E. Grant. Kate Herron è la regista, mentre Michael Waldron è il capo sceneggiatore. Qui la nostra recensione dei primi 2 episodi della serie.

Fonte: Comicbook

Lascia un commento