October 15, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • Special
  • >
  • [Recensione] The Seven Deadly Sins 23 – Non tutto è perduto

[Recensione] The Seven Deadly Sins 23 – Non tutto è perduto

  • di Marco Travicelli Sciarra
  • Maggio 31, 2018
  • Comments Off
The Seven Deadly Sins

Siamo sinceri, chiunque stia seguendo The Seven Deadly Sins, aspettava con impazienza il ventitreesimo volume data la conclusione del numero precedente. Finalmente è arrivato, e possiamo effettivamente sapere cosa succederà ai nostri protagonisti, e sopratutto, a Meliodas.

Il numero 22 ha dato un bello scossone ai fan; abbiamo visto una, se non la più bella, delle battaglie dell’intero manga. Meliodas ha fronteggiato tutti i 10 comandamenti mostrando il suo vero potere nascosto ed in più abbiamo scoperto parte del suo passato con una rivelazione abbastanza scioccante. Per poi concludere il volume con il colpo di scena che pochi si aspettavano, ma che puzzava sotto alcuni punti di vista ma allo stesso tempo faceva fremere il lettore per leggere il seguito.

Il numero 23 si apre con un incontro al Boar Hat, che da al lettore delle importanti rivelazioni sia sul passato di Meliodas, sia sul gruppo dei Seven Deadly Sins e sul perché sono stati creati; vediamo anche che forse non tutto è come sembra e che il peggio che pensavamo non è forse cosi duraturo.
Finito questo viaggio nei ricordi si lascia spazio alla battaglia.
In seguito alla vittoria dei 10 comandamenti il mondo è nel caos e la resistenza è poca, ma non debole; ed ecco che assistiamo allo scontro tra Estarossa, il comandamento dell’amore, ed Escanor, il peccato della superbia, lo scontro è senza attimi di respiro e alquanto distruttivo e porterà ad una conclusione per niente scontata. Vediamo scendere in campo anche Derrierie della purezza, che affronterà un avversario inaspettato che aggiungerà carne al fuoco per quando riguarda la storia che circonda il mondo.

Il volume è ben gestito tra scontri e spiegazioni, e non lascia per niente annoiare il lettore, anzi lo sprona a continuare a leggere pagina dopo pagina.  L’autore si dimostra molto capace nel gestire gli scontri, per nulla scontati e molto adrenalinici, efficace la gestione dei 10 comandamenti, perché non sono i classici nemici di turno da manga shonen che arrivano per combattere gli eroi in numerosi scontri per poi perdere. il tutto è evidente già durante il primo scontro serio contro Meliodas (escludendo quello contro Galan avvenuto qualche numero fa) non solo vincono ma lo fanno in maniera molto “facile” e distruttiva. Questo 23esimo volume mette un’ansia ed una curiosità incredibile nel vedere come si evolverà questa saga, e sarà altrettanto interessante scoprire le interazioni tra Meliodas e i comandamenti, grazie ai loro legami preesistenti.

Il volume si conclude con un colpo di scena che in molti (me compreso) si aspettavano, che per quanto palese era necessario per il futuro del manga. Un pò più di attesa forse avrebbe giovato, ma vedremo come gestirà la cosa l’autore nei numeri che verranno.

In Italia il manga è edito da Edizioni Star Comics ed è disponibile nelle fumetterie dal 2 Maggio al prezzo di copertina di 4,30€. E voi, siete ancora qui a leggere o vi siete precipitati a continuare o scoprire la storia di Meliodas e i 7 peccati capitali?


Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!