Antonio Banderas su Quentin Tarantino: “Dovrebbe essere libero di fare la sua arte”

0
Antonio Banderas

Antonio Banderas, parlando a The Indipendent mentre promuoveva il suo Dolor Y Gloria, ha parlato di Quentin Tarantino dicendo che il regista deve essere libro di fare la sua arte e che gli spettatori devono rispettare questa scelta:

Tarantino dovrebbe essere libero di realizzare la sua arte. A volte ci sono cose nell’arte che, devo dire, mi danno fastidio ma non censurerei mai, mai, mai l’arte. Penso che un artista dovrebbe essere libero, quindi anche le persone dovrebbero essere libere di essere d’accordo o in disaccordo, avendo la libertà di continuare a guardare i suoi film o meno.

Antonio Banderas ha recitato al fianco di Tarantino nel film Desperado di Robert Rodriguez del 1995. Il regista, con la recente uscita di “C’era una volta… a Hollywood”  ha ricevuto diverse critiche per come ha rappresentato eventi e personaggi reali. Una delle critiche più controversie è sicuramente quella mossa da Shannon, figlia di Bruce Lee, che criticato e condannato il regista per aver rappresentato il padre come un “arrogante pallone gonfiato”. Alle critiche mosse dalla figlia di Bruce Lee si sono aggregati vari personaggi, tra i quali la leggenda del basket Kareem Abdul Jabbar.

Evidentemente, Antonio Banderas ha preferito difendere la libertà di espressione dell’artista, anche quando quest’ultima può sembrare disdicevole.

C’era una volta a…Holywood uscirà nelle sale italiane il 18 settembre.

Fonte: indiewire