Bob Iger, CEO di Disney, non crede che Netflix sarà un rivale per Disney+

0
Disney

L’amministratore delegato della Walt Disney Company, Bob Iger, ha affermato che “Disney ha spazio in abbondanza” per entrare nello spazio diretto al consumatore con il servizio di streaming Disney +, finora il principale concorrente dello streaming di Netflix. Riconoscendo a Netflix di aver spianato la strada in un panorama mediatico in evoluzione che ora enfatizza lo streaming, Iger afferma che Netflix è “di enorme importanza“, mentre le abbondanti offerte su Disney + – tra cui centinaia di film e migliaia di episodi di serie televisive, nonché nuovi contenuti esclusivi di proprietà della Disney/Marvel, Lucasfilm, Pixar, National Geographic e la Fox recentemente acquisita, fanno parte di un approccio Disney che è “più marchiato“.

Iger ha detto a The Media Show della BBC Radio:

Il fatto che faccia cose leggermente diverse in realtà non lo rende un rivale ai nostri occhi. Penso che Netflix sia importante e con molta qualità. Ha creato il mercato dello streaming in tutto e per tutto e lo ha fatto a livello globale. Ora noi entriamo in un gioco diverso, è molto più marcato, meno voluminoso. E c’è molto spazio anche per noi per occupare spazio. Potrebbe essere, in una certa misura, addirittura a loro discapito, ma non necessariamente. Potrebbe esserci spazio per le persone che possono avere più di un abbonamento.

Alla domanda su come la Disney potrebbe perdere il comando dello streaming di Netflix nonostante un vantaggio di 12 anni, Iger ha affermato che Disney + ha il “potenziale” per superare in un giorno i circa 158 milioni di abbonati di Netflix.

Beh, non credo che sappiamo ancora quanto sia grande il mercato globale per questi prodotti. Quindi penso che una domanda sia: “Ci sono più potenziali abbonati nel mondo o no?, e in tal caso, quanti ce ne sono?” Quindi non so se chiamarlo un rischio. Ora non abbiamo ancora iniziato, quindi, per come la vedo, abbiamo il potenziale per ottenere tutti gli abbonati di Netflix. Non lo stiamo affatto proiettando, ma si potrebbe sostenere che con un servizio come il nostro, chiunque abbia un abbonamento.

Iger ha anche riconosciuto che il numero di consumatori interessati a Disney + “non sarà del 100%“.

L’altro rischio è che ora come ora stiamo vivendo una grandissima concorrenza, a partire da Apple, Amazon e Disney, e ancora, NBCUniversal / Comcast, AT&T DirectTV, Time Warner.

Quando gli è stato chiesto se Disney avrebbe dovuto lanciare la propria piattaforma di streaming in precedenza, Iger ha dichiarato che il lancio del servizio il 12 novembre è in linea con un mercato in continua crescita

No, penso che sarebbe dovuto uscire prima, è ancora un mercato nascente, si sta ancora sviluppando. E anche se Netflix ha occupato un’enorme quota di mercato, c’è molto spazio per gli altri e altri ancora che stanno arrivando. Quindi non me ne preoccupo. Lo si deve lanciare quando si ha la tecnologia giusta, e quando hai abbastanza contenuti, e ci vuole tempo per ottenere entrambi.

Iger non ha rimpianti per aver precedentemente concesso in licenza i contenuti Disney a Netflix, che ha visto i successi Disney come Avengers: Infinity War dei Marvel Studios e Star Wars: The Last Jedi di Lucasfilm raggiungere il servizio di streaming almeno negli Stati Uniti.

La prima cosa che abbiamo fatto è stato fare un contratto di uscita per i nostri film. E si sono fatti avanti e ci hanno pagato bene, ben al di sopra di quello che era il valore di mercato di allora. Quindi è stato un affare enormemente redditizio in un momento in cui non avevamo la possibilità di lanciare il nostro servizio simile a Netflix. Non avevamo la tecnologia e non avevamo abbastanza contenuti. E penso che ci sia servito molto bene, e non ci siamo mai pentiti della decisione. E poiché crediamo che ci sia un sacco di spazio per noi per entrare in questo mercato e penso che faremo bene, non ripenso a quella decisione e sento che non avremmo mai dovuto farlo.

Disney + verrà lanciato negli Stati Uniti il ​​12 novembre.

Fonte:ComicBook