September 17, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • DC Comics potrebbe chiudere l’etichetta Vertigo

DC Comics potrebbe chiudere l’etichetta Vertigo

  • di Pierluigi Gargiulo
  • Giugno 5, 2019
  • Comments Off
Vertigo

Nelle scorse ore un rumors ha scosso il mondo dei fumetti: la DC Comics starebbe valutando l’ipotetica chiusura dell’etichetta Vertigo, branca della casa editrice che si occupa della pubblicazione di fumetti per adulti.

Questa notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno, visto che al prossimo San Diego Comic-Con erano previsti diversi annunci per la Vertigo, ma molti di questi son stati cancellati, oltre ad essere stati revocati diversi contratti per alcuni nuovi autori.

Vertigo è stata creata nel 1993 dall’editor DC Karen Berger come un’impronta editoriale per le storie di DC con contenuti per adulti che non potevano rientrare nelle restrizioni dell’autorità del codice dei fumetti, consentendo così una maggiore libertà creativa rispetto all’impronta principale di DC. Questi fumetti erano liberi di contenere violenza esplicita, abuso di sostanze e droghe, sessualità, nudità, oscenità e altri argomenti controversi, simili al contenuto dei film con classificazione R. DC stava già pubblicando titoli come Animal Man, Hellblazer, Sandman, Swamp Thing e Doom Patrol in questo modo, Vertigo ha fornito uno spazio per questi e molti altri titoli a venire.

Sebbene le prime pubblicazioni riguardassero principalmente i generi horror e fantasy, ha anche pubblicato opere che trattano di crime ed altri generi, aprendo la strada all’ormai comune modello editoriale, in cui le serie mensili sono periodicamente incluse in raccolte destinate alla vendita in libreria.

A seguito di alcuni problemi contrattuali per poter portare le proprie serie sul grande e piccolo schermo la Vertigo ha subito diverse riorganizzazioni interne tra cui il licenziamento di Karen Berger a favore di Hank Kanalz, poi Bob Harras. Quest’ultima fu poi licenziata dalla DC Comics e fondò la Berger Books presso Dark Horse.

Un recente rilancio dell’etichetta avvenuto lo scorso anno a fianco dei nuovi titoli legati all’universo di Sandman ha visto l’annuncio di Border Town di Eric Esquivel e Ramon Villalobos, Second Coming di Mark Russell e Richard Pace, Hex Wives di Ben Blacker e Mirka Andolfo, American Carnage di Bryan Hill e Leandro Fernandez. Goddes Mode di Zoe Quinn e Robbi Rodriguez,  High Level di Rob Sheridan e Barnaby Bagenda.

Tutte serie che o non hanno mai visto la luce o si sono concluse dopo pochi numeri, situazione non certo positiva per l’etichetta.

Probabilmente, i titoli del universo di Sandman continueranno sotto DC Comics, mentre gli altri progetti creator-owner potrebbero trovare pubblicazioni presso altre case editrici.

Gli editor ancora non si vogliono sbilanciare su cosa è successo oggi quindi aspetteremo con trepidante attesa gli sviluppi futuri.

Fonte: Bleedingcool

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!