Il rapper K Dub Shine accusa: Gli anime e i manga incoraggiano la pedofilia

0
k-dub-shine

Nelle ultime ore è emersa una polemica che non mancherà di far discutere animatamente tutti i fan della pop culture nipponica. Il rapper giapponese K Dun Shine, al secolo Kōta Kagami, ha rilasciato delle controverse dichiarazioni che riportano l’attenzione sul discusso nonché presunto legame tra anime, manga e pedofilia.

Commentando la notizia di un avvenuto abuso sessuale su un minore, Kagami ha affidato il suo pensiero al proprio account Twitter ufficiale che vi riportiamo qui sotto:

“So che ci sarà da discutere su questo, ma penso che le tendenze negli anime e nei manga giapponesi stiano incrementando la quantità di casi di pedofilia”.

Il rapper di Shibuya ha poi aggiunto:

“Le persone perbene che sanno che questo è assolutamente sbagliato non rispondono nemmeno. Ma quelli che continuano a discutere e danno argomentazioni del tipo ‘Va bene guardare una bambina in modo perverso, purché poi non le si faccia mai nulla!’ spero che si stiano rendendo conto di quel che stanno dicendo, hanno ancora la possibilità di cambiare opinione”.

Vi riportiamo qui di seguito alcune opinioni che hanno raggiunto i commenti di K Dub Shine:

“Puoi pensare quello che vuoi, ma i dati mostrano che ci sono più crimini sessuali in molti paesi dell’Occidente che in Giappone, quindi la tua ipotesi è sbagliata. Hai mai sentito parlare della barbarie di abusi sessuali su minori nella Chiesa cattolica? O le ignori deliberatamente solo per attaccare l’industria degli anime?”.

“Mi piacerebbe davvero sentire le ragioni palpabili che hai per fare questo tipo di affermazione. Anche se dubito molto che tu le abbia”.

“Oggi si dice che ‘le donne giapponesi preferiscono non denunciare i crimini commessi contro di loro’, e in Giappone non è chiaro il numero di donne che sono state maltrattate rispetto ad altri paesi. Di per sé, affermare che il Giappone ha meno crimini che in altri paesi non ha senso”.

“Una cosa, negli Stati Uniti c’è una regolamentazione più severa in materia di rappresentazioni erotiche in minorenni in manga e anime. Eppure là c’è più abuso infantile che in Giappone. K Dub Shine sicuramente non ha idea di cosa sta parlando”.

“È incredibile vedere la quantità di opinioni generate da questo argomento. In fin dei conti è un’opinione, e su Twitter è molto comune vedere questo modo di pensare. Chiaramente sta esprimendo una propria opinione, ma non per questo i suoi seguaci sono obbligati a condividerla”.

“Non posso essere d’accordo, è come dire che il rap incoraggi il consumo di droga tra i giovani”.

Fonte: Kudasai

Lascia un commento