Jonathan Majors sempre più nei guai: la star è stata esclusa da alcuni film e scaricata dal manager

0
Jonathan-Majors

La carriera di Jonathan Majors, star dei recenti Creed III e Ant-Man and the Wasp: Quantumania, sarebbe sempre più appesa a un filo.

A poche settimane dal suo arresto avvenuto il 25 marzo in quel di New York con l’accusa di violenza domestica perpetrata nei confronti di una donna trentenne, è il sempre affidabile Deadline a riportare le conseguenze professionali alle quali l’attore starebbe andando incontro.

Nelle ultime ore Majors sarebbe infatti stato scaricato dall’agenzia di management Entertainment 360, la quale ha curato l’immagine dell’attore per diversi anni. L’agenzia ad ogni modo – visti i recenti guai giudiziari di Majors – avrebbe deciso di fare un passo indietro e fare a meno del suo cliente in vista di ulteriori possibili risvolti problematici. Entertainment 360 inoltre non sarebbe l’unica agenzia ad aver voltato le spalle a Majors. Quest’ultimo sarebbe stato inoltre scaricato dall’agenzia Lede Company, la quale ne gestiva le pubbliche relazioni.

Sul fronte prettamente cinematografico le cose non sembrano affatto andare meglio. È notizia di poco fa di come Majors sia stato costretto a rinunciare alla partecipazione ad alcuni progetti che avrebbero dovuto vederlo coinvolto in prima persona. L’attore infatti non farà più parte del cast di The Man in My Basement, film basato sul romanzo di Walter Mosley attualmente messo in produzione dalla Protagonist Pictures, e sarebbe inoltre stato escluso dalla shortlist finale di candidati per interpretare il noto cantante Otis Redding nel biopic dedicato.

Dulcis in fundo, Majors è stato escluso anche dalla campagna pubblicitaria per la squadra dei Texas Rangers, partecipante alla Major League Baseball, della quale avrebbe dovuto essere uno dei main sponsor. Quest’ultimo non è tuttavia il primo accordo commerciale a saltare in seguito alle accuse. A poche ore di distanza dal suo arresto, l’attore era infatti stato rimosso dagli spot per la campagna di reclutamento dell’esercito americano, la cui direzione marketing ha preferito fare un passo indietro in attesa di ulteriori chiarimenti sulle responsabilità della vicenda.

Sebbene non si registrino movimenti importanti ai piani alti dei Marvel Studios, questi sembrerebbero aver individuato il potenziale sostituto dell’attore nel caso la situazione dovesse precipitare ulteriormente. Si dice infatti che Kevin Feige e soci abbiano messo gli occhi su Damson Idris, noto al pubblico per il suo ruolo nella serie TV Snowfall.

La situazione al momento sembra essere quindi decisamente complessa. È bene ricordare come Majors al momento non risulta essere né processato né tantomeno condannato, e il prossimo decisivo step è atteso per l’8 maggio, quando sarà atteso in tribunale per rispondere dell’accusa di violenza domestica sopracitata.

Fonte: Deadline

Lascia un commento