Kill Bill – Zendaya potrebbe far parte del terzo film?

0
Kill Bill Zendaya

I film di Quentin Tarantino hanno sempre reso felici i fan del regista, che però hanno da tempo un desiderio: la realizzazione di un terzo capitolo di Kill Bill, per concludere in maniera definitiva la storia. Di recente ha parlato di questa eventualità Vivica A. Fox, che in Volume 1 ha interpretato Vernita Green.

L’attrice si è soffermata su chi potrebbe, nel nuovo film, interpretare Nikki, la figlia di Vernita che nel 2003 è stata interpretata da Ambrosia Kelley: “Non ho nessuna notizia ufficiale in merito. Pero ho come la sensazione che Tarantino stesse aspettando che l’attrice di Nikki crescesse ancora un po’. Inizialmente pensavo potesse essere sempre Ambrosia, ma poi ho capito che, in primis i media, spingono per un’attrice più affermata. Quindi ho pensato subito a Zendaya. Quanto sarebbe figo? Una scelta del genere sicuramente darebbe il via al progetto. Sia lei che Uma Thurman sono molto alte. Sarebbe una cosa molto tosta e poi io adoro Zendaya. Spero con queste mie parole di mettere la pulce nell’orecchio di Tarantino, in modo tale da fargli premere il piede sull’acceleratore. Non sarebbe grandioso?”.

In Kill Bill Volume 1 il personaggio della Fox, Vernita, va incontro al suo destino dopo uno scontro con Beatrix Kiddo. Tuttavia, la Sposa prima di lasciare la scena si è rivolta alla figlia della donna, spiegandole che avrebbe capito un suo eventuale desiderio di vendetta. Adesso, con il numero di anni passati da Kill Bill Volume 2, la figlia di Vernita dovrebbe essere ormai adulta e la sua brama di vendetta sarebbe una logica conseguenza degli eventi del primo film.

La Fox ha poi precisato che, nonostante il fato del suo personaggio, vorrebbe comunque far parte del nuovo Kill Bill, qualora venisse realizzato: “Prenderei subito il telefono e chiamerei il mio agente. Voglio esserci. Tarantino ha il suo modo di coinvolgere i personaggi ormai morti, come flashback o cose simili. Le persone stanno aspettando, e lo stesso si può dire per me!”.

Fonte: ComicBook

Lascia un commento