October 18, 2019
  • facebook
  • twitter
  • telegram
  • youtube
  • instagram
  • paypal
  • Homepage
  • >
  • News
  • >
  • Nimic – Il nuovo cortometraggio di Yorgos Lanthimos e Matt Dillon

Nimic – Il nuovo cortometraggio di Yorgos Lanthimos e Matt Dillon

  • di admin2313
  • Agosto 8, 2019
  • Comments Off
Nimic yorgos lanthimos matt dillon

Yorgos Lanthimos torna alla scrittura di un soggetto originale dopo la pausa di La Favorita, film valso alcune nominations agli Oscar e un premio alla migliore attrice protagonista Olivia Colman. Il regista greco torna con un cortometraggio intitolato Nimic.

Scritto insieme al suo collaboratore storico Efthymis Filippou, Nimic esordirà il 9 Agosto 2019 al Locarno Film Festival e vedrà protagonisti Matt Dillon e Daphne Patakia, insieme a Susan Elle e alle esordienti Eugena Lee e Sara Lee. Il film è stato descritto come:

una versione raffinata e leggera della sua narrazione fantastica e disturbante. Un piccolo ma efficace thriller, con un’ambientazione semplice ed asettica ma, come al solito, con una struttura formale intrigante.

Le parole di Lanthimos:

Sono grato per aver avuto l’opportunita di lavorare su un formato più corto, che può essere tanto complesso quanto gratificante. Abbiamo sviluppato una sceneggiatura partendo da un’idea iniziale intrigante, e abbiamo goduto di una grande libertà creativa nel corso della realizzazione. E’ sempre molto coinvolgente essere invitati a pensare fuori dagli schemi e mettersi alla prova con idee stimolanti.

Il corto da 12 minuti racconta la storia di un violoncellista professionista e di un incontro che ha nella metro, che porterà cambiamenti inaspettati e lungimiranti sulla sua vita. Il protagonista arriverà a porsi domande sull’identità, sulla percezione, sulle relazioni e sulla circolarità.

Ne ha parlato Matt Dillon:

E’ raro che un regista affermato come Yorgos [Lanthimos] giri un corto, sono molto felice di esserne stato parte. A Yorgos piace sfruttare le opportunità per dare al pubblico qualcosa su cui rimuginare. E’ come un film surreale con temi universali come la famiglia e l’identità. La struttura è un po’ un puzzle, non sei mai sicuro di cosa stia succedendo. Ho avuto le mie opinioni e le ho chieste a Yorgos ma lui si limita a sorridere e a non rispondere. Credo preferisca lasciare che sia il film a parlare.

QUI potete vedere il trailer in esclusiva per IndieWire

 

Previous «
Next »
error: Il contenuto è protetto!