Sicario

FilmPrima del Soldado di Stefano Sollima c’è stato questo, ovvero Sicario di Denis Villeneuve: prossimamente avremo modo di vederlo all’opera con Dune, ma anni fa, prima di passare alla fantascienza, si dedicò a questo film scritto dal grande Taylor Sheridan che faceva da primo capitolo della trilogia sulla moderna frontiera americana. Villeneuve dirige benissimo l’azione e attraverso dei grandi personaggi interpretati da Emily Blunt, Benicio Del Toro e Josh Brolin riesce anche ad entrare nella loro mente attraverso delle scene a cardiopalma. Grande fotografia del maestro Roger Deakins.

The Canyons

FilmIl mondo di Hollywood in un film: insieme a Maps to the Stars di Cronenberg, questo lungometraggio del maestro Paul Schrader racconta i misteri e le persone che popolano il cinema attraverso droga, sesso e scene esplicite a cui a volte stenterete a credere. Interpretata da Lindsey Lohan e dal pornoattore James Deen e scritto dal grande Bret Easton Ellis (autore di American Psycho), questa pellicola è fondamentale nel decennio scorso: guardiamola per scoprirla e per non dimenticarla.

The Post

Due anni fa il grande Steven Spielberg era riuscito a portare al cinema una doppietta di film clamorosa, ovvero The Post e Ready Player One: attendendo il suo remake di West Side Story, in uscita a Natale, consigliamo caldamente la visione di questo gran film, quasi un prequel di Tutti gli uomini del presidente in cui si racconta la storia vera successa nel 1971, quando alcuni dipendenti del Washington Post presero la decisione di pubblicare dei segreti governativi fino ad allora mai scoperti. Ad interpretare questa pellicola troviamo in prima linea la coppia Tom Hanks – Meryl Streep e in secondo piano il “Saul Goldman di Breaking Bad” Bob Odenkirk e Sarah Poulson.

Troppo Forte

Carlo Verdone nella sua carriera ha preso parte a molte commedie divertenti, ma questa, insieme a poche altre, è una delle più riuscite, interpretata da Verdone stesso e Alberto Sordi. Il regista e attore, sotto la supervisione del maestro Sergio Leone, qui sceneggiatore e produttore, crea un personaggio chiamato Oscar Pettinari che riesce a far divertire molto reggendo sulle sue spalle l’intero lungometraggio.

Veloce come il Vento

Il film, diretto da Matteo Rovere è ispirato alla storia di Carlo Capone, pilota di rally, il protagonista è Stefano Accorsi nel ruolo di Loris De Martino, un ex pilota ora tossicodipendente, quando incontra la sorella minore, Giulia De Martino (Matilda De Angelis) al funerale del padre e vedendo quanto sia talentuosa, decide di diventare il suo allenatore e inizia così un processo di redenzione sia agli occhi della famiglia che dell’intera comunità. Il film è anche valso un David di Donatello a Stefano Accorsi.

Lascia un commento