Amber Heard potrebbe andare in prigione qualora avesse falsificato le prove contro Johnny Depp

0
Amber Heard Johnny Depp

Si aggiunge un nuovo capitolo alla storia di scontri legali tra Amber Heard e Johnny Depp. Arrivano, infatti, nuove accuse per l’attrice di Aquaman, che aveva dichiarato che Depp, all’epoca il di lei marito, avesse abusato fisicamente della donna durante il loro matrimonio durato 18 mesi.

Johnny Depp è al momento in un contenzioso con Amber Heard per diffamazione, visto che la donna lo ha accusato di violenza domestica. Adesso sembrano spuntare nuove prove che suggeriscono che l’attrice abbia in qualche modo finto gli infortuni e falsificato i documenti legati ad essi. Quei documenti che le avevano permesso di ottenere un’ordinanza restrittiva temporanea nei confronti dell’attore che interpreta Grindelwald e Jack Sparrow. Se la cosa dovesse rivelarsi vera, Amber Heard rischierebbe fino a tre anni di carcere per aver falsificato delle prove.

I due attori si sono conosciuti sul set di The Rum Diary – Cronache di una passione nel 2011 e si sono sposati a febbraio 2015. Le pratiche per il divorzio sono iniziate a maggio 2016. Nello stesso periodo la donna ha ottenuto l’ordine restrittivo, dopo aver dichiarato che Depp, nel corso del loro matrimonio, le aveva più volte fatto violenza fisica e verbale. Il divorzio è arrivato ad agosto dello stesso anno e le pratiche chiuse del tutto a gennaio 2017. Tuttavia, a dicembre 2018 la Heard ha riportato sotto i riflettori la faccenda. La donna ha inviato una lettera indirizzata al Washington Post in cui parlava ancora una volta degli abusi domestici fisici e verbali perpetrati da Johnny Depp. A quel punto, Depp le ha intentato una causa per diffamazione. L’attore ha richiesto un risarcimento per danni d’immagine pari a 50 milioni di dollari americani. Curioso che, nella lettera al Post, l’attrice non abbia mai usato chiaramente il nome di Johnny Depp. Tuttavia un giudice ha recentemente dichiarato che l’attore ha portato prove a sufficienza per mostrare che la donna si stesse riferendo a lui. La validità della causa viene dunque confermata.

Le novità dell’ultima ora riguardano, come detto, la Heard ed un eventuale falsificazione delle prove. Sembrerebbe che la Heard sia ricorsa al makeup per “dipingere” sul suo corpo i lividi usati come prova per ottenere l’ordinanza restrittiva nel 2016. Inoltre, figura chiave del caso è diventata James Franco, ripreso in alcuni video di sorveglianza. Lo si può osservare spendere del tempo con la donna nei giorni precedenti e immediatamente successivi all’ottenimento dell’ordinanza restrittiva ai danni di Depp.

La Heard ha anche dichiarato che Depp le aveva procurato due occhi neri prima dell’ospitata della donna al The Late Show with James Corden, nel 2015. Tuttavia, la sua stilista, Samantha McMillen, ha dichiarato: “Durante la giornata del 16 dicembre 2015 (l’ospitata è datata tra la notte del 16 e del 17 dicembre, ndr), ho potuto vedere chiaramente che Amber Heard non presentava nessun segno, livido, taglio o infortunio visibile né sul volto e tanto meno su qualunque altra parte del suo corpo”.

Alcuni mesi fa sono state evidenziate altre prove secondo le quali le violenze domestiche siano state commesse dalla donna, e che sia stata lei ad istigare e far penetrare la violenza nel rapporto.

Il Codice Penale della California stabilisce che è illegale alterare, modificare, piantare, porre, nascondere, modificare o muovere qualsiasi elemento fisico con l’intenzione di far accusare qualcuno di un crimine. Altre leggi riguardano l’offrire alle forze dell’ordine prove false ma anche falsificare le prove stesse.

Le pene per chi infrange queste leggi possono portare a dover scontare fino a tre anni di prigione.

Fonte: CBR

Lascia un commento